confronta i fornitori energia elettrica e gasconfronta i fornitori energia elettrica e gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

confronta i fornitori energia elettrica e gas confronta i fornitori energia elettrica e gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Hera Campobasso: Orari di Apertura, Indirizzo, Servizi

Aggiornato il
minuti di lettura

Lo sportello Hera di Campobasso è tra i pochi punti vendita Hera attivi in Molise. Scopri contatti, indirizzo e servizi disponibili allo sportello.

Lo sportello Hera di Campobasso si trova in Via Giuseppe Garibaldi, 2, 86100 Campobasso (CB). Lo sportello è aperto al pubblico dal lunedì al giovedì, sempre negli stessi orari. Non è prevista l'apertura del punto vendita nei weekend e, ovviamente, nei giorni festivi. Puoi contattare il point Hera molisano telefonicamente, chiamando al numero 0874.36.03.93, oppure inviando una e-mail a [email protected].

Dove trovare Hera a Campobasso?
Nome Sportello
Indirizzo
Telefono
Hera Campobasso
Via Giuseppe Garibaldi, 2, 86100 Campobasso (CB)
0874.36.03.93

Quali servizi offrono gli uffici Hera Campobasso?

Lo sportello Hera Luce e Gas di Campobasso permette di usufruire di un'ampia gamma di servizi relativi alle utenze domestiche e business. Abbiamo preparato un'apposita tabella, contenente la descrizione delle varie procedure che potrai richiedere qualora decidessi di raggiungere fisicamente il point del capoluogo.

Servizi disponibili presso gli uffici Hera Campobasso
Operazione
Caratteristiche
Attivazione offerte Hera mercato libero
Vuoi attivare una delle offerte Hera ma preferisci farlo direttamente nel punto vendita? Ottima scelta. In questo modo, avrai la possibilità di porre qualsiasi domanda relativa al contratto che stai per sottoscrivere. Affinché l'attivazione possa andare a buon fine, è innanzitutto fondamentale conoscere la situazione relativa ai propri contatori. In caso di passaggio ad Hera da un'altra compagnia ti consigliamo di avere a portata di mano i documenti dell'intestatario del contratto (carta d'identità e codice fiscale), codice POD e/o codicePDR ed eventualmente codice IBAN (per le offerte che prevedono il pagamento con domiciliazione bancaria).
Capita spesso di dover richiedere un allaccio quando si acquista un'abitazione di nuova costruzione. In tali circostanze, infatti, è probabile che dovrà essere il primo inquilino a presentare la domanda di allacciamento. Questa procedura consente, infatti, di collegare l'edificio alla rete elettrica e/o alla rete del gas. Puoi richiedere l'allaccio ad Hera solo nel caso in cui tu voglia attivare il contatore al termine dei lavori. È giusto, però, precisare che, qualsiasi sia la decisione che prenderai, dovrai comunque interfacciarti con il distributore locale. Sono, infatti, le aziende locali di distribuzione a realizzare i lavori di allacciamento e l'installazione dei contatori.
Se hai la fortuna di traslocare in un edificio nel quale le utenze sono già attive, ti basterà chiedere la voltura per avere la certezza di poter usufruire delle utenze sin da subito. Ovviamente, ti conviene accordarti con il precedente inquilino, così da evitare che quest'ultimo possa fare la disdetta e, dunque, disattivare le utenze. La voltura è il procedimento di modifica del nome dell'intestatario del contratto. Se, però, vuoi cambiare anche la compagnia luce e gas allora dovrai verificare se esiste la possibilità di richiedere una voltura con cambio fornitore. In caso di decesso dell'intestatario del contratto va, infine, richiesta la voltura mortis causa.
Altra procedura che potrai eventualmente richiedere allo sportello Hera di Campobasso, sempre legata ai traslochi, è il subentro. I tempi di un subentro sono certamente più brevi rispetto all'allaccio ma, anche in questo caso, bisognerà effettuare un intervento sui contatori. Tale procedura, infatti, si rende necessaria a seguito della comunicazione di disdetta da parte del precedente inquilino, alla quale segue la disattivazione del contatore. Non a caso, il subentro non è altro che la riattivazione del contatore. Dovrai stipulare un nuovo contratto di fornitura, dopodiché sarà Hera ad interfacciarsi con il distributore di zona, il quale dovrà rimuovere i sigilli al contatore.
Avere un punto di riferimento fisico nelle vicinanze della propria abitazione è importante ma può essere altrettanto utile conoscere i principali contatti Hera, come ad esempio il numero verde oppure gli altri riferimenti che l'azienda mette a disposizione. Se, ad esempio, hai riscontrato un problema, contattando il servizio clienti potresti ottenere risposte e soluzioni anche in tempi molto brevi. Qualora la criticità riscontrata dovesse essere di più grave entità, potrai inviare un reclamo. Per farlo dovrai scaricare l'apposito modulo sul sito del fornitore, compilarlo e trasmetterlo a mano, presso lo sportello, oppure in formato digitale.
Come abbiamo già avuto modo di accennare a proposito delle altre procedure poc'anzi descritte, la disdetta è una comunicazione attraverso la quale l'intestatario delle utenze notifica al proprio fornitore la volontà di recedere dal contratto in essere. Si effettua una disdetta principalmente quando c'è da staccare le utenze presso uno specifico punto di fornitura. Non è necessario ricorrere a questa procedura in caso di cambio fornitore, in quanto lo switch viene gestito tra vecchio e nuovo gestore e, dunque, l'utente sarà esonerato da qualsiasi incombenza.
Vuoi recarti allo sportello Hera di Campobasso per chiedere spiegazioni sulle tue bollette? Gli operatori saranno in grado di rispondere alle tue domande e di chiarire i tuoi dubbi, ad esempio, sul costo al kWh Hera oppure su eventuali voci in bolletta magari non molto comprensibili.
L'autolettura Hera è la procedura di comunicazione, in modo autonomo, dei consumi registrati dal proprio contatore. In caso di rilevazione dei consumi da remoto, non ci sarà bisogno di procedere con l'autolettura. In alternativa, ti conviene provvedere alla comunicazione dei consumi, così da ottenere una fatturazione più precisa. Ti basterà semplicemente annotare le cifre che compariranno sul display del contatore.

Come raggiungere lo sportello Hera Campobasso?

Campobasso è una città di poco meno di 50.000 abitanti. È la città più popolosa del Molise, nonché capoluogo di regione. Non mancano sia a Campobasso che nei comuni limitrofi diversi luoghi di attrazione, sia dal punto di vista storico che artistico. Lo sportello di Hera può essere considerato un punto di riferimento per i consumatori che hanno un contratto attivo con questa compagnia. 

Lo sportello Hera si trova in una zona piuttosto centrale della città. Ci troviamo, infatti, a circa 1 km dal Castello Monforte, una delle principali attrazioni della città. Ancora più brevi sono le distanze rispetto agli altri luoghi simbolici di Campobasso, come il Museo Sannitico (circa 600 metri) e la Cattedrale della Santissima Trinità (circa 500 metri).

Come raggiungere lo sportello Hera Campobasso con i mezzi pubblici?

Il punto vendita Hera di Campobasso è situato a meno di 50 metri dal terminal ferroviario della città. Pertanto, qualora dovessi arrivare nel capoluogo molisano in treno, raggiungere lo sportello dalla stazione sarà davvero semplicissimo e non avrai bisogno di camminare per molto tempo a piedi oppure di prendere altri mezzi pubblici. Qualora avessi bisogno di arrivare al point Hera tramite un mezzo pubblico, ti sarà utile sapere che nei pressi dello sportello ci sono due fermate dell'autobus. Una è la fermata di Piazza Vincenzo Cuoco (zona stazione), la quale è servita dagli autobus 5, 7, 10, 11, 16, 18, 23 e H. L'altra è la fermata di via Umberto I, raggiungibile tramite gli autobus numero 2 e 4.

Essendo l'unico punto vendita Hera attivo su tutto il territorio provinciale, non è da escludere che anche dai comuni limitrofi diversi consumatori possano muoversi per ricevere assistenza in loco. Per tale ragione, riteniamo sia giusto dare la possibilità a tutti gli utenti di ottenere indicazioni stradali precise e personalizzate. A tal proposito, di seguito troverai la mappa Google dello sportello Hera di Campobasso.

Lo sportello Hera di Campobasso garantisce un'apertura al pubblico per ben 35 ore settimanali. Inoltre, dal lunedì al venerdì è possibile recarsi presso il punto vendita sia al mattino che al pomeriggio. C'è un'interruzione dei servizi per due ore tra la fascia mattutina che quella pomeridiana. Per aiutarti a programmare al meglio la tua visita allo sportello, ti suggeriamo di dare un'occhiata alla seguente tabella, contenente gli orari di apertura completi osservati dal point Hera attivo nel capoluogo molisano.

Hera Campobasso: Orari Sportello
Giorni
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Orari
09:00 - 13:00 e 15:00 - 18:00
09:00 - 13:00 e 15:00 - 18:00
09:00 - 13:00 e 15:00 - 18:00
09:00 - 13:00 e 15:00 - 18:00
09:00 - 13:00 e 15:00 - 18:00
Chiuso
Chiuso

Sportelli Hera in Molise

Gli uffici Hera sono presenti in maniera massiccia quasi in tutta Italia. Il Molise è, però, una delle regioni in cui gli sportelli scarseggiano. Sul territorio regionale sono presenti soltanto due punti vendita. C'è, però, da dire che gli store si trovano nei due capoluoghi di regione. Oltre allo sportello di Campobasso, di cui abbiamo ampiamente parlato in questo articolo, è presente un punto Hera nella città di Isernia.

Lo sportello di Isernia si trova all'indirizzo C.so Giuseppe Garibaldi, 106, 86170, Isernia (IS). Occhio anche agli orari di apertura del negozio. Potrai, infatti, recarti allo store e ricevere assistenza il lunedì ed il giovedì in orario continuato dalle 11:00 alle 18:30. Il martedì, mercoledì e venerdì gli uffici sono aperti esclusivamente di mattina, nella fascia oraria che va dalle 09:00 alle 13:00. Per qualsiasi informazione relativa alle procedure e ai servizi erogati dal punto di Isernia è possibile telefonare al numero 0865.51.22.63.

Scopri qual è lo sportello Hera più vicino a te e come arrivarci!

Chi sono i Distributori Luce e Gas a Campobasso?

Conoscere il proprio distributore luce e gas è importante e può rivelarsi utile in diverse circostanze. Se, ad esempio è necessario effettuare lavori di allaccio o altri interventi che coinvolgono il contatore, spetta all'azienda locale di distribuzione occuparsi della procedura. Anche in caso di guasti alla rete elettrica e/o a quella del gas, la segnalazione andrebbe effettuata al distributore piuttosto che alla propria compagnia luce e gas.

C'è chi ignora il nome del distributore territorialmente competente. Per fortuna, accedere a questa informazione è piuttosto semplice. Ti basterà prendere una recente bolletta di una o di entrambe le utenze. Potrai notare che, in un punto specifico della fattura, sono riportate alcune informazioni relative al distributore (solitamente il nome dell'azienda e il numero di pronto intervento).

Ci sono altri modi per scoprire chi è l'azienda locale di distribuzione?

Puoi utilizzare il nostro tool, grazie al quale in pochissimi secondi ti verrà fornito il riferimento del distributore per una specifica utenza. In alternativa, è possibile effettuare una ricerca sul sito web di ARERA, sezione "Ricerca Operatori".

Qual è il Distributore Luce 💡, Gas 🔥 e Acqua 💧 del mio comune? Inserisci il CAP o il Comune!

  • Abano Terme(35031)
  • Abbadia Cerreto(26834)
  • Abbadia Lariana(23821)
  • Abbadia San Salvatore(53021)
  • Abbasanta(09071)
Caricamento

A Campobasso il servizio di distribuzione di Energia Elettrica è gestito da E-Distribuzione, società del gruppo Enel. La segnalazione ad un guasto della rete elettrica va effettuata al numero 803.500. L'azienda competente nel capoluogo molisano per quanto concerne la distribuzione del gas è, invece, Italgas Reti S.p.A. In tal caso, per la trasmissione di qualsiasi segnalazione di competenza del distributore è possibile telefonare al numero 800.900.999.

Chi è il Fornitore Luce a Campobasso per il Servizio a Tutele Graduali?

Il 2024 è l'anno dello storico passaggio dal mercato tutelato dell'energia elettrica al mercato libero. Si tratta di una svolta epocale per l'intero settore, nell'aria già da diverso tempo ma sempre prorogata dai vari Governi, per diverse ragioni. Molti consumatori hanno, ovviamente, l'interesse a comprendere cosa accadrà alla propria fornitura luce in caso di mancato passaggio al mercato libero. Ciò che è certo è che non ci saranno interruzioni del servizio, dunque potrai continuare ad usufruire dell'energia elettrica.

C'è, però, da fare un distinguo tra clienti vulnerabili e clienti non vulnerabili. Il mercato tutelato luce resterà attivo soltanto per i primi, ossia per quei soggetti che:

  • Vivono condizioni di disagio economico;
  • Sono affetti da gravi patologie;
  • Hanno più di 75 anni;
  • Vivono in alloggi d'emergenza.

Per i clienti non vulnerabili è stato, invece, istituito il nuovo Servizio a Tutele Graduali. L'Italia è stata suddivisa in varie zone e, a seguito della pubblicazione di apposite gare, determinati fornitori luce si sono aggiudicati la gestione di questo servizio in specifiche aree del paese. Di fatto, ciò significa che il mancato passaggio ad una compagnia del mercato libero comporterà il trasferimento della fornitura, per i clienti non vulnerabili, al fornitore vincitore del bando per la provincia di riferimento.

Qual è l'area a cui appartiene la provincia di Campobasso?

Il capoluogo del Molise è stato incluso nell'area Sud 7, insieme alle province di Barletta-Andria-Trani, Cosenza, Foggia e Isernia. Il gestore del Servizio a Tutele Graduali nell'area Sud 7 è Iren.

Segnalazioni aggiornamento dati Gestisci uno sportello ed hai riscontrato un'incongruenza riguardo ai dati del tuo negozio (indirizzo, orari di apertura, ecc.)? Compila il form e nei prossimi giorni aggiorneremo i dati.