Enel Riattivazione Contatore Luce e Gas: Come Fare?

enel offerteenel gas e luce

PASSA A ENEL ENERGIA!

Valuta l'offerta di Enel Energia più adatta alle tue esigenze. Servizio gratuito attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

enel offerteenel gas e luce

INFO ALLACCIO E VOLTURA LUCE E GAS

Siamo momentaneamente chiusi. Confronta le offerte sul comparatore o prendi un appuntamento per essere ricontattato.

enel energia subentro

Riattiva il contatore Enel in 10 minuti! Contattaci per riattivare il contatore nella nuova casa in cui stai per andare ad abitare!
02 829 415 99

Come fare un subentro con Enel? Quanto costa fare un subentro con Enel Energia? Quali sono i tempi per l'attivazione di una nuova fornitura con Enel? Dove si trova il modulo per il subentro con Enel? Chi bisogna chiamare? Scopri la risposta a tutte queste domande nella nostra guida che ti indicherà anche la differenza con le altre pratiche (ad esempio la voltura).


Differenza tra Voltura e Subentro con Enel Energia

subentro enel energia

Voltura e subentro sono due operazioni distinte sia con Enel Energia che con qualunque altro fornitore (Eni, Sorgenia, Acea, Iren, Edison, Hera). 

La voltura luce e la voltura gas sono quelle operazioni da richiedere quando si ha semplicemente intenzione di cambiare il nome dell'intestatario di un contratto energia. La maggior parte delle richieste di voltura avviene quando il cliente è prossimo al trasloco e ha intenzione di intestare a proprio nome le utenze e il contatore è ancora in funzione. 

Il subentro (detto anche riattivazione luce e riattivazione gas) è da richiedere quando, entrando in una nuova casa, il contatore è presente ma non è attivo perché staccato dal vecchio inquilino. A differenza della voltura, sei libero di poterti affidare a qualsiasi altro gestore per la riattivazione.

La riattivazione di un contatore Enel equivale alla sottoscrizione di un nuovo contatto alle condizioni che stabilirai tu in basse alla tariffa energia o alla tariffa gas che hai scelto per te.

Quali documenti servono per fare un subentro con Enel Energia?

Affinché tu possa riattivare un utenza con Enel Energia, dovrai stipulare un contratto col gestore. Per farlo, avrai bisogno di alcuni documenti imprescindibili per il buon esito della pratica. I documenti principali di cui avrai bisogno sono quelli che trovi nella tabella qui di seguito:

  • Subentro Enel: cosa serve?
  • Dati nuovo titolare del contratto (copia documento d'identità, codice fiscale, telefono, indirizzo mail)
  • Indirizzo (di residenza e di recapito delle fatture)
  • Codice POD, codice PDR (rintracciabile su una vecchia bolletta o sul display del contatore rispettivamente luce e gas)
  • Quale potenza impegnata in kW si desidera (nel caso può essere lasciata quella precedente e poi cambiarla in futuro)
  • Modalità di pagamento desiderata
  • Registrazione telefonica (senza obbligo di firma del cliente sul contratto materiale, la registrazione della chiamata farà da garante e varrà come contratto)
  • Invio del contratto per mail (questa modalità prevede la firma che il cliente dovrà porre su tutte le pagine del contratto inviato dal fornitore. Dopo aver firmato sarà compito del cliente dover rispedire al gestore il contratto)
  • Firma elettronica (il cliente riceverà la password tramite mail o messaggio sul cellulare che servirà alla firma del contratto)

Si può fare un subentro con Enel per telefono? La risposta è sì. L'importante è avere a propria disposizione alcuni documenti utili a velocizzare le operazioni di attivazione del nuovo contratto, anche per avere il prima possibile la luce o il gas nella nuova casa. 

La pratica andrà poi confermata, sia dall'operatore che dal cliente. Le modalità per confermare il contratto sono diverse e non c'è bisogno concretamente di mettere nero su bianco, tutto può essere fatto tramite telefono e firma elettronica con il proprio cellulare.

Costo subentro Enel Energia

I costi per il subentro con Enel sono quelli che fanno riferimento al mercato libero, dove si trova ad operare il gestore, che sono normalmente diversi da quelli che si trovano con il Servizio di Maggior Tutela. Nella tabella che segue trovi nel dettaglio le informazioni necessarie.

  • Costo Subentro Enel Mercato Libero Nel Dettaglio
  • Contributo fisso di 26,13 per oneri amministrativi
  • Quota di servizio stabilita dal fornitore (23€)
  • Eventuale costo aggiunto per richiesta di aumento potenza del contatore (varia in base alla richiesta di aumento fatta)
  • 2 giorni lavorativi: sono quelli che ha a disposizione il fornitore scelto (qui Enel Energia) per richiedere l'attivazione del contatore al distributore locale
  • 5 giorni lavorativi: giorni utili al distributore locale affinché renda attiva la fornitura di luce o gas per quel determinato contatore
  • 35€ (se l'attivazione avviene nel doppio del tempo previsto)
  • 70€ (se l'attivazione avviene nel triplo del tempo previsto)
  • 105€ (se l'attivazione avviene oltre il triplo del tempo previsto)

Quanti giorni ci vogliono per un subentro Enel?

contatti

Le tempistiche per un subentro (sia esso con Enel Enegia, con Acea, Sorgenia o Eni Gas e Luce) sono state stabilite dall'Autorità (ARERA) e corrispondono esattamente a 7 giorni lavorativi dal momento in cui il cliente ha fatto partire la regolare domanda di subentro. Questi 7 giorni necessari servono al distributore e al fornitore per accordarsi sull'attivazione del contatore e sono così divisi: 

Come è giusto che sia, il cliente è tutelato da eventuali ritardi con dei rimborsi che variano in base alla durata dei ritardi: 

Subentro Enel con morosità è possibile?

Può capitare che il vecchio proprietario di casa o il vecchio inquilino sia un cliente moroso o che abbia una morosità pendente che ha comportato il distacco della luce. Il subentro Enel con bollette non pagate è possibile, dovrai però prima eseguire delle operazioni specifiche. In questi casi, infatti, ti conviene contattare direttamente il vecchio fornitore (ovviamente può anche essere diverso da Enel Energia) e richiedere la cessazione amministrativa inviando un documento che sia un contratto di affitto o di proprietà che attesti che tu sei il nuovo proprietario visto che, per legge, hai diritto all'energia elettrica nella tua nuova casa. 

Aggiornato il