Risparmio Energetico 2023 per Luce e Gas: la guida completa!

Servizio Gratutito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19
confronto tariffe

Qual è il gestore più conveniente?

02 8294 1599 02 8294 1599   Fatti Richiamare
Ti ricontattiamo noi. Servizio Gratuito!
confronto tariffe

Qual è il gestore più conveniente?

Ricontattami
Risparmio Energetico
Come risparmiare energia elettrica in casa? La guida completa!

Come risparmiare in bolletta luce e gas? Ci sono molte piccole accortezze che puoi avere per evitare consumi eccessivi e rincari in bolletta.


Scopri nella nostra guida tutti i modi per ottimizzare il consumo in casa, in ufficio o nel tuo studio, per risparmiare energia elettrica e gas metano!

Che cosa si intende per risparmio energetico?Con il termine risparmio energetico indichiamo tutte quelle buone pratiche atte ad evitare lo spreco di energia elettrica e gas metano.

Come risparmiare energia elettrica?

La bolletta luce viene influenzata sensibilmente da ogni elettrodomestico e strumento elettronico presente nell'immobile, quindi ci sono molti fattori a cui fare attenzione per riuscire a risparmiare sui consumi e, ovviamente, sui costi legati al consumo in bolletta.
Prima di procedere ai consigli specifici per ogni elettrodomestico, ti presentiamo una lista di buone pratiche valide in ogni caso per risparmiare energia elettrica:

  • Fai partire gli elettrodomestici solo a pieno carico;
  • Spegni le luci negli ambienti che non stai usando, anche se manchi dalle stanze per periodi brevi;
  • Evita di lasciare strumenti elettronici in standby se non devi usarli;
  • Scegli lampadine a risparmio energetico (lampadine LED) negli ambienti domestici in cui si riposa;
  • Evita il consumo prolungato di condizionatori e inverter;
  • Chiudi bene porte e finestre negli ambienti che vuoi riscaldare/rinfrescare;
  • Sfrutta le fasce orarie più economiche per l'accensione di elettrodomestici energivori;
  • Se invece hai un impianto fotovoltaico, utilizza gli elettrodomestici di giorno.
  • Quali sono le fasce orarie?
  • La fascia F1 copre le ore di punta, dalle 8 alle 18
  • La fascia F2 va dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 22
  • Per quanto riguarda la fascia F3, invece va dalle 20 alle 6 del mattino, tutta la domenica e i festivi, e questa è la fascia di orari di risparmio energetico.

Ricorda che, per risparmiare in bolletta, è assolutamente necessario avere un'offerta luce e gas aggiornata e competitiva rispetto al prezzo di mercato. Se la tua offerta dovesse risultare fuori mercato, sappi che il cambio di fornitore è gratuito!
Vuoi Approfondire? Contatta senza impegno un esperto di Selectra al numero 02 8294 159902 8294 159902 8294 159902 8294 1599, il servizio è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19 ed è totalmente gratuito.

Selectra (siamo noi!) ti aiuta a risparmiare anche sui social, hai mai visto le Selectra Pills, video guide al risparmio su YouTube?

Come risparmiare in bolletta gas?

Il consumo in bolletta gas dipende dalle 3 modalità d'uso per cui è previsto l'utilizzo di gas metano: acqua calda sanitaria, riscaldamento e cottura cibi.

Ecco un rapido elenco di buone pratiche sempre valide per evitare consumi eccessivi di gas:

  • Imposta un timer per la doccia per evitare sprechi;
  • Riscalda solo gli ambienti che sfrutti realmente in casa;
  • Utilizza il giusto elettrodomestico o utensile a seconda delle dimensioni del cibo che devi cuocere o scaldare;
    (meglio una padella piccola di accendere l'intero forno a gas per scaldare gli avanzi del pranzo)
  • Sui fornelli usa sempre i coperchi sulle pentole, per raggiungere prima la temperatura di cottura;
  • Prediligi il lavaggio di panni e stoviglie con gli elettrodomestici invece di lavare a mano.
    (Sempre a pieno carico!)
selectraselectra

Selectra: dal 2015 ti aiutiamo a risparmiare.

Noi di Selectra aiutiamo migliaia di utenti ogni giorno a orientarsi nel mondo delle utenze di luce e gas in maniera trasparente, gratuita e senza stress. Perché lo facciamo? Perché ci siamo passati tutti. Cosa aspetti? Chiama un esperto di Selectra per una consulenza gratuita!

Attenzione al riscaldamento d'inverno!

Da sempre fonte di preoccupazione per la bolletta del gas (e della luce, per le case domotiche), il riscaldamento ha un peso notevole sui consumi, specie nei mesi freddi.

Le regole per ottimizzare consumo e risparmio con il riscaldamento sono semplici da seguire, occorre solo ricordarsi di applicarle con costanza:

Non mettere panni sui termosifoni per raggiungere l'efficienza energetica
Non mettere panni sul termosifone, non riscalderà a dovere!
  • Non lasciare finestre socchiuse o aperte se il riscaldamento è in funzione;
  • Chiudi le porte delle stanze che vuoi scaldare, ti servirà meno calore per arrivare alla temperatura desiderata;
  • Cambia l'aria nelle ore più calde della giornata per evitare sbalzi termici eccessivi, evitando l'apertura prolungata: 10 minuti bastano per un ricambio d'aria!
  • Indossa abiti caldi in casa per ridurre la temperatura ideale da far raggiungere al riscaldamento;
  • Tieni a portata di mano coperte e strati extra di vestiti per le serate davanti la TV;
  • Non appoggiare panni ad asciugare su termosifoni e inverter, l'impianto avrebbe bisogno di maggiore energia per raggiungere gli stessi standard.

A seconda della zona climatica in cui ti trovi, il riscaldamento centralizzato sarà attivabile in periodi dell'anno differente. Ecco una tabella riassuntiva di periodi e fasce orarie di accensione e spegnimento per il riscaldamento, in modo da prepararti con il giusto anticipo all'arrivo del freddo con i nostri suggerimenti:

🔛 Date Accensione Riscaldamento 2022 e Spegnimento 2023
🗺️ ZONA CLIMATICA 📅 PERIODO ACCENSIONE-SPEGNIMENTO ⏲️ ORE MASSIME
ZONA F
(Trento e zone alpine)
Nessun limite Nessun limite
ZONA E
(Milano, Torino, ecc.)
22 ottobre – 07 aprile 13 ore al giorno
ZONA D
(Roma, Pescara, ecc.)
08 novembre – 07 aprile 11 ore al giorno
ZONA C
(Napoli, Caserta, ecc.)
22 novembre – 23 marzo 9 ore al giorno
ZONA B
(Palermo, Trapani, ecc.)
08 dicembre – 23 marzo 7 ore al giorno
ZONA A
(Lampedusa, Sud e Isole)
08 dicembre – 07 marzo 5 ore al giorno

Forno elettrico o a gas?

Se stai traslocando in una nuova abitazione e devi ancora installare la cucina forse ti starai chiedendo se, ai fini del risparmio energetico, convenga comprare un forno elettrico oppure a gas.

Sebbene, parlando puramente di consumi, il forno a gas utilizzi meno materia prima per produrre lo stesso calore necessario alla cottura dei cibi, il forno elettrico ottimizza le tempistiche di riscaldamento, portando il cibo più rapidamente a cottura ultimata. Se quindi sei attento ai tempi e agli sprechi, il forno elettrico potrebbe essere una soluzione ottimale.

Prima di tutto, però, parliamo di buone pratiche comuni a entrambe le tipologie di forni per risparmiare in bolletta:

Non aprire continuamente il forno!
Apri il forno meno volte possibile durante la cottura.
  • Pulisci regolarmente il forno, in modo che il calore si distribuisca meglio e in modo più uniforme;
  • Fai una manutenzione costante all’impianto, verificando eventuali perdite di calore;
  • Dopo aver inserito il cibo in forno, non aprire continuamente lo sportello per verificare la cottura, la fuoriuscita di calore causa uno spreco di energia;
  • Spazio permettendo, prova a cuocere più alimenti contemporaneamente in forno;
  • Se disponibile, utilizza il microonde se devi solo riscaldare le pietanze;
  • Usa un termometro da forno per cuocere i cibi alla giusta temperatura, evitando consumi extra;
  • Preriscalda il forno solo quando sei già pronto a mettere a cuocere le pietanze;
  • Utilizza pirofile in pyrex, materiale che riduce i tempi di cottura.

Forno elettrico: guida al risparmio

Una cucina elettrica, forno incluso, è sicuramente la scelta più green tu possa fare, ma per risparmiare in bolletta occorre la dovuta attenzione agli sprechi.

Il forno elettrico, offre una maggiore versatilità in cottura se predisposto anche alla ventilazione. Occhio al risparmio: un forno elettrico ventilato ti permette di cuocere uniformemente e con maggiore rapidità gli alimenti, arrivando a risparmiare fino al 20% dei kWh annui.

In aggiunta a quanto già detto in via generica, per il forno elettrico tieni a mente anche i seguenti suggerimenti:

  1. Imposta un timer per la cottura.
    Troverai in rete le tempistiche esatte per ogni ricetta!
  2. Prediligi modelli ventilati.
  3. Non utilizzare fogli di alluminio sotto o intorno al cibo.
    Aumenteresti l'isolamento, riducendo calore  e richiedendo più tempo per la cottura
  4. Spegni in anticipo il forno.
    Se non apri lo sportello, il forno continuerà a cuocere in modo ottimale i tuoi alimenti fino anche a 15-20 minuti dallo spegnimento

Forno a gas metano o con bombola GPL

Il forno a gas ti permette lunghe cotture senza preoccuparti eccessivamente del consumo, ma in ottica di risparmio dovrai rispettare le regole che ti abbiamo già elencato. Problema presente in questa categoria, specie nei modelli vecchi, riguarda la sicurezza: eventuali perdite di gas sono più comuni se il modello di forno non ha il salvavita installato. Oltre ad essere un pericolo, ovviamente, è anche uno spreco di gas!

Per la bombola gas GPL dovrai aggiungere alle variabili da tenere a mente anche l'eventuale rischio di esaurimento del gas in pieno utilizzo: la sostituzione della bombola è rapida, ma non è detto che possa avvenire in qualsiasi momento, come ad esempio durante i giorni festivi.

Pro del GPL? Combustibile facile da trovare, a basso impatto ambientale nel lungo periodo e con una resa elevata.

Sempre in ottica di risparmio, anche ottimizzare gli spazi è una risorsa importante: grazie ad una pentola fornetto, strumento che simula la cottura in forno sul fornello più piccolo del gas nel piano cottura, aumenterai di soli 10 minuti il tempo massimo di cottura usando una minima parte del gas necessario originariamente!

Fornelli a induzione: risparmio energetico?Nonostante la spesa per l'installazione richieda costi ben più onerosi dei fornelli a gas, grazie ai fornelli a induzione, se usati correttamente, arriverai a risparmiare fino al 90% della materia prima per cuocere e riscaldare gli stessi alimenti preparati con quelli a gas. L'installazione dei fornelli a induzione è troppo onerosa? Valuta l'acquisto di una pentola elettrica per le cotture lunghe (es. ragù, spezzatino, ecc.) e di sfruttare le fasce orarie economiche per ottimizzarne i consumi.

Microonde: come ottimizzare i consumi?

Anche il microonde, strumento sempre più diffuso nelle nostre abitazioni e uffici, può aiutarci a risparmiare energia elettrica se sfruttato al massimo delle sue potenzialità, questo grazie ai rapidi tempi di cottura e riscaldamento che riesce a raggiungere.

Per ottimizzare i consumi con il microonde ricorda questi semplici suggerimenti:

  • Mantieni sempre pulito il microonde, scalderà più in fretta;
  • Usa contenitori con materiali pensati per il microonde, scalderanno più rapidamente e più omogeneamente gli alimenti, senza il rischio di rovinarsi per l'uso;
  • Lascia il giusto spazio attorno al microonde (10 cm) per far funzionare al meglio le ventole
  • Regola correttamente la potenza dell'apparecchio a seconda dell'uso;
    (non serve la potenza massima per scongelare un alimento)
  • Scollega l'apparecchio quando non è in uso.

Risparmiare con la Lavastoviglie

Con l'arrivo della lavastoviglie in casa il lavaggio di pentole, piatti, posate e bicchieri non solo è diventato più rapido, ma permette anche di risparmiare materia prima, ottenendo un risultato migliore in termini di pulizia e igiene.

Lava meglio l'uomo o la macchina?Meglio lavare a mano o in lavastoviglie? A patto di far partire sempre a pieno carico la lavastoviglie, il risparmio della macchina è evidente: i modelli più recenti riescono a limitare il consumo di acqua fino a 10-12 litri per carico, mentre lavandoli a mano si arriva facilmente a sfiorare i 100 litri (150 se si lascia il rubinetto aperto per tutta la durata del lavaggio).

Come risparmiare con la lavastoviglie? Ecco le regole d'oro:

Lavastoviglie solo a pieno carico!
Ricorda: lavastoviglie sempre a pieno carico!
  • Fai funzionare la lavastoviglie solo a pieno carico;
  • Rimuovi i residui di cibo prima di inserire i piatti, non occorre il prelavaggio sotto acqua corrente;
  • Scegli un programma ecologico di lavaggio con una temperatura inferiore;
  • Se hai pannelli solari, usa la lavastoviglie durante il giorno;
  • Cerca il modello più efficiente dal punto di vista energetico disponibile, controllare la classe energetica e le emissioni di CO2;
  • Considera la longevità di un elettrodomestico: un modello più economico può sembrare la scelta migliore sul momento, ma se si guasta o richiede sostituzioni di parti prima di almeno 5 anni saranno spese extra impreviste.

Lavastoviglie mezza vuota? Usala per cucinare!🍖Se vivi da solo o semplicemente non consumi molte stoviglie, puoi ottimizzare gli spazi vuoti dell'elettrodomestico per cucinare diversi alimenti: potrai cuocere carne o dolci (confetture o similari), o in generale alimenti la cui cottura sia in grado di sopportare una temperatura fino a 90°C per oltre un'ora (ma puoi cuocere anche a temperature meno elevate in modalità ECO), tempo medio di un lavaggio completo. La cosa importante da ricordare è che potrai sfruttare questa modalità di cottura solo isolando gli alimenti tramite barattoli con chiusura ermetica o sacchetti sottovuoto resistenti al calore (90°C), o in alternativa barattoli con chiusura ermetica, questo perché l'isolamento dal sapone è fondamentale per non compromettere l'edibilità del cibo.

Lavatrice: evita gli errori per risparmiare in bolletta!

La lavatrice è uno degli elettrodomestici più utilizzati nelle nostre case, specie nelle famiglie numerose, e proprio per questo capita spesso che si commettano errori molto comuni, influendo negativamente sulla bolletta della luce. Ricorda queste semplici regole per evitare sprechi di energia elettrica:

  • Scegli un programma ECO per la lavatrice, prediligendo i modelli a classe energetica superiore (B o C);
  • Hai un'offerta luce bioraria o multioraria? Fai partire la lavatrice nelle fasce orarie più economiche;
  • Scegli temperature di programma medio basse (max 40°C per i capi bianchi e 30°C o 0°C per i neri, se non è necessario smacchiarli)
  • Fai partire la lavatrice sempre a pieno carico
  • Se presente, imposta timer per gli orari migliori se non sei in casa

Sapevi che l'asciugatrice riscalda l'ambiente?Se possiedi un'asciugatrice, posizionandola in punti strategici dell'abitazione potrai evitare di accendere il riscaldamento nei periodi invernali in quell'ambiente per le ore d'uso dell'elettrodomestico e anche oltre, poiché rilascerà aria calda e vapore durante il suo funzionamento. Viceversa, nei periodi estivi ricorda di fare in modo che l'ambiente sia ventilato per evitare di usare in seguito il climatizzatore o il deumidificatore per abbassare la temperatura.

Frigorifero: come ottimizzare i consumi senza rovinare il cibo?

Il frigorifero è uno di quegli elettrodomestici che continua a consumare energia elettrica nel corso della giornata "passivamente", senza che noi si debba interagire con lo strumento per far sì che questo entri nuovamente in funzione, ma questo non vuol dire che non si possa ottimizzarne il consumo.

  • Risparmio energetico e frigorifero: le 9 regole d'oro
  • Posiziona il frigo ad almeno 10 cm dalla parete posteriore e lontano da fonti di calore (termosifoni, forno, finestra, ecc.)
  • Acquista un modello di classe energetica superiore
  • Evita di aprire il frigo senza motivo, o ripetutamente
  • Non mettere il frigo in una stanza non refrigerata (cantina, garage, ecc.)
  • Imposta la temperatura correttamente:4-5°C per il frigorifero e -18°C per il congelatore
  • Sbrina il congelatore ogni 3 mesi
  • Controlla che le guarnizioni siano in buono stato per evitare perdite nel raffrescamento
  • Pulisci la griglia posteriore del frigo almeno una volta ogni anno
  • Non mettere piatti e pietanze calde all'interno del frigo: lasciali raffreddare naturalmente prima di riporli negli scomparti

Freezer e pozzetto: ottimizzare i consumi!

Se possiedi un freezer o un pozzetto particolarmente capienti, il modo migliore per ottimizzarne il consumo è quello di distribuire ordinatamente e in modo omogeneo i prodotti al suo interno: aiuterai ad evitare la dispersione termica.

PC, TV, Console e affini: come spendere meno?

Evita lo standby degli apparecchi elettronici
Evita di lasciare pc e console in standby.

Quando parliamo di strumentazione elettronica per abitazione o ufficio (televisione, computer, model ADSL, fax, stampanti, console come Playstation, Nintendo, XBox ecc.) la regola d'oro è una sola: non lasciare mai lo strumento in standby se non è in uso. Il consumo di questi apparecchi è spesso minimale in standby, ma sommati tra loro hanno peso in bolletta durante l'anno. Il modo migliore per ovviare a questo problema, specie con i dispositivi di nuova generazione, è quello di attaccare le spine di accensione a delle ciabatte con il pulsante di ON/OFF. In questo modo, oltre a risparmiare sui consumi, eviterai l'usura derivante dal dover staccare e riattaccare continuamente i dispositivi dalla presa elettrica.

Oltre a ciò, ricorda che televisori e computer dispongono della modalità risparmio energetico, che permette lo spegnimento automatico dopo alcuni minuti o ore di utilizzo. Alcuni nuovi schermi permettono addirittura di disattivare la luce LED indicatrice dello standby (generalmente, la lucina rossa a schermo spento). In riferimento ai computer e pc portatili, inoltre, è possibile attivare per i monitor la modalità notturna che, diminuendo la luminosità dei monitor, oltre ad affaticare meno la vista consuma meno energia che in pieno regime.

Sei un gamer? Ecco quanto risparmieresti applicando una ciabatta ad accensione e quanto consumi mentre giochi:

Analisi Selectra, dati raccolti il 14 ottobre 2022.

Elettrodomestici portatili e risparmio energetico

Nel nostro quotidiano usiamo un gran numero di piccoli elettrodomestici, il cui apporto in bolletta non è trascurabile. Grazie a piccole semplici accortezze possiamo ridurre l'influsso di questi usi quotidiano nel prezzo della bolletta luce.

Tra i più usati troviamo certamente il phon, ed è molto semplice ottimizzarne i consumi:

  • Valuta l'acquisto di un modello Eco per risparmiare energia;
  • Tampona i capelli con un asciugamano prima di usare il phon
    (ridurrai notevolmente il tempo di utilizzo)
  • Evita di utilizzare il livello massimo del flusso d’aria calda

Per altri elettrodomestici ad uso rapido, come le macchine elettriche del caffè, frullatori, casse audio e radio, è importante ricordarsi di non lasciare la modalità in standby quando non in uso onde evitare inutili consumi energetici: finito l'uso ricorda di spegnere la ciabatta a cui sono collegati.
In coda, gli alimentatori dei vari pc, smartphone e tablet. Se non sono in uso, staccali dalla presa elettrica o spegni la ciabatta.

Smartphone e tablet per la sveglia? Imposta la modalità aereo!Se usi gli smartphone e i tablet come sveglia mattutina ma non necessiti di essere contattato telefonicamente durante le ore notturne puoi valutare l'idea di impostare la modalità aereo: in questo modo diminuirai sensibilmente il consumo della batteria, potendo anche evitare di lasciare il prodotto in carica per tutta la notte.

Aggiornato il