Voltura Utenze: perché spetta all'inquilino?

voltura subentro

Sai già come gestire le pratiche luce e gas?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo noi una mano! Servizio gratuito.
(lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19).

voltura utenze

La voltura delle utenze luce e gas spetta al nuovo inquilino o al nuovo proprietario della casa. Anche il costo della stessa è a carico del richiedente. Quali sono gli obblighi e cosa si rischia in caso di mancata voltura?


La voltura della luce e la voltura gas consentono di passare i contratti delle utenze a nome del nuovo inquilino o del nuovo proprietario. Di solito i casi più comuni riguardano appartamenti o case in affitto: il proprietario di casa, infatti, spesso specifica espressamente nel contratto di locazione che il nuovo o i nuovi inquilini dovranno intestare a loro nome tutte le utenze presenti all'interno della casa (luce, gas e acqua).

A chi spetta la voltura se si tratta di case con più inquilini?Le case prese in affitto da studenti sono l'esempio più comune. In questa circostanza bisognerà prendere una decisione in base ad un accordo comune o a sorteggio e i costi verranno ripartiti tra tutti.

Come si fa la Voltura delle Utenze?

Fare la voltura è molto semplice perché basta contattare il fornitore con cui sono attive le utenze della luce e/o del gas. I proprietari di casa più pignoli ti forniranno l'ultima bolletta, in cui potrai leggere tutti i dati di cui avrai bisogno. Se così non fosse, puoi chiedere al vecchio inquilino, ma se non lo conosci allora le cose si complicano, ma solo un po'. Leggi la nostra guida su fornitore sconosciuto per sapere come procedere in questi casi.
I dati necessari per inoltrare la voltura al tuo fornitore sono i seguenti:

  • Dati anagrafici del nuovo intestatario (nome, cognome, codice fiscale, carta d'identità)
  • Indirizzo di fornitura per il recapito delle bollette
  • Dati vecchio intestatario (nome, cognome, codice fiscale)
  • Dati utenza (codice POD per la luce e codice PDR per il gas)
  • Lettura contatore e potenza impegnata in kW (si può trovare su una vecchia bolletta)
  • Codice IBAN (in caso si scelga un'offerta con domiciliazione bancaria delle bollette).

Cambiamenti in vista per le volture utenze A partire dal 1° luglio 2021, stando a una direttiva ARERA, sarà possibile effettuare in una sola operazione sia la domanda di voltura che il cambio del gestore. Ricorda infatti che la procedura di voltura non consente cambiare le condizioni economiche, pertanto si consiglia sempre di effettuare un confronto prezzi una volta che la voltura è andata a buon fine.

Quanto Costa e chi deve pagare?

Il costo della voltura è variabile e si compone di diverse voci di spesa (contributo amministrativo, contributo per i costi di gestione, imposta di bollo ed eventuale deposito cauzionale). Innanzitutto la spesa totale varia a seconda che si tratti di un fornitore del mercato libero o tutelato.

Costo Volture Utenze
Mercato Libero  Contributo amministrativo 25,51 €  Contributo per costi di gestione (oscillano dai 20 ai 60€ dipendendo dal fornitore) Eventuale deposito cauzionale  IVA al 22%
Mercato Tutelato  Contributo amministrativo 25,51 €   Contributo fisso 23 €   Imposta di bollo di 16€   Deposito cauzionale   Iva 22%

I costi della voltura quindi sono variabili, soprattutto quelli dei fornitori del libero mercato che di fatto possono cambiare il costo di gestione della pratica e adattarlo come meglio credono. La spesa della voltura verrà inclusa nella prima bolletta utile che arriverà a noi del nuovo intestatario, se ne deduce quindi che la spesa del passaggio spetta al nuovo inquilino della casa che pagherà il costo direttamente in bolletta.

Obbligo Voltura Utenze in Caso di Separazione

volture utenze divorzio

In caso di separazione o divorzio possono insorgere litigi e malumori su più fronti. Anche le utenze della luce e del gas possono essere oggetto di discussione soprattutto se c'è di mezzo una casa e questa viene assegnata ad uno dei due coniugi. Cosa fare se, ad esempio, il marito ottiene l'assegnazione dell'immobile, ma le utenze sono intestate alla moglie o viceversa? La sentenza del giudice nella maggior parte dei casi stabilisce che il coniuge assegnatario della casa coniugale subentri in tutti i diritti e doveri correlati al bene immobile. Ne consegue che ha quindi il dovere di effettuare la voltura della utenze (luce, gas e acqua) e passarle a suo nome.

Se il coniuge assegnatario si rifiutasse di provvedere alla voltura e le bollette continuassero ad arrivare a nome dell'ex e magari anche ad essere addebitate sul suo conto? Farsi giustizia da sé e chiudere le utenze non è la strada giusta da prendere. Bisognerà infatti rivolgersi ad un Giudice.

Sanzioni Mancata Voltura Utenze

Provvedere alle volture utenze è un obbligo per chi va a vivere in una casa dove i contatori sono attivi a nome dell'inquilino precedente. Molto spesso tale obbligo viene inserito come clausola nel contratto di locazione, pertanto pur non comportando nessuna sanzione specifica da parte del fornitore, rientra tra gli obblighi a cui il nuovo inquilino deve adempiere. 

obbligo voltura utenze

Di solito l'inquilino uscente deve aver cura di controllare che effettivamente siano state fatte le volture e che le utenze non risultino più a suo nome. Se così non fosse, è consigliabile sollecitare la voltura e in caso di mancata risposta rivolgersi al proprietario dell'immobile. Anche in questo caso, richiedere la chiusura delle utenze è sconsigliato perché può farvi passare dalla parte del torto. Quindi anche in questo caso, se il nuovo inquilino si ostina a non voler fare la voltura nonostante l'intervento del proprietario, allora sarà bene rivolgersi a un giudice.

Obbligo Voltura Utenze per Decesso dell'Intestatario

Anche nel caso di decesso dell'intestatario, l'obbligo di voltura sussiste nel momento in cui la casa viene abitata da un nuovo inquilino (anche se familiare o erede del defunto). Ovviamente se la casa resta disabitata per lungo periodo, è consigliabile richiedere la disdetta del contratto di fornitura. In caso contrario invece, è bene provvedere alla voltura. La voltura mortis causa è gratis? In realtà solo quando il futuro intestatario del contratto risiedeva già nella casa prima che il vecchio intestatario morisse altrimenti dovrà farsi carico dei costi di una normale voltura utenze.

Aggiornato il

Leggi le Ultime Guide sulla Gestione Utenze

Leggi le Ultime Guide sulla Gestione Utenze