Illumia Cambio Intestatario Contratto Luce e Gas

Servizio Gratutito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19
confronto tariffe

Qual è il gestore più conveniente?

02 829 41 599 Fatti Richiamare
Ti ricontattiamo noi. Servizio Gratuito!
confronto tariffe

Qual è il gestore più conveniente?

Ricontattami
voltura illumia

La voltura luce e gas con Illumia puoi richiederla quando stai traslocando e vuoi intestare i contratti a tuo nome con i contatori ancora attivi. Ecco tutti i dettagli.


Puoi richiedere la voltura luce e gas ad Illumia rivolgendoti al numero verde 02 829 415 99 02 829 415 99. Il fornitore addebita un costo per la prestazione commerciale, perciò dovrai pagare quello che viene richiesto dal distributore locale (contributo fisso di 25,51€ + 23€ per ogni utenza = 48,51€ + IVA). Le tempistiche previste sono di 7 giorni lavorativi. 

Come Richiedere la Voltura ad Illumia?

Per richiedere la voltura ad Illumia del nuovo contatore potrai scegliere tra diverse modalità per contattare il fornitore. La, quello illustrata poco sopra in apertura, è il nostro numero che ti metterà in contatto con un operatore immediatamente. Oppure scegli il numero verde Illumia da fisso o da cellulare, in alternativa puoi anche mandare una mail al gestore specificando il tipo di richiesta. Questi i contatti per la voltura luce e gas con Illumia:

  • Numero verde da fisso: 800.046.640
  • Numero da cellulare: 05.10.40.40.40
  • Email: servizioclienti@illumia.it

Quando Richiedere la Voltura Gas e Luce ad Illumia?

La voltura la devi richiedere quando devi cambiare casa o locale commerciale. Al momento del trasferimento, devi sempre pensare anche al trasloco delle utenze di luce e gas per fare in modo che i contratti luce e gas, nella tua nuova casa o attività, siano a tuo nome o a nome di un familiare o socio in caso di locale commerciale. Tutto ciò è possibile solo dopo aver capito in che stato si trovano i contatori dell'energia e, solo dopo, richiedere l'operazione precisa all'operatore.

Ad Illumia farai una richiesta diversa e specifica in base a come trovi i contatori.

La voltura è il cambio di titolarità di un'utenza ancora attiva. Vorrà dire che la luce e il gas nella nuova casa o locale commerciale non sono stati staccati in precedenza da chi c'era prima del tuo arrivo. Sarai, così, obbligato a sottoscrivere un contratto con lo stesso fornitore, in questo caso Illumia, siccome il vecchio proprietario non ha provveduto alla disattivazione dei contatori e quindi alla cessazione dei contratti con il gestore.

Qual è la Differenza tra Voltura e Subentro con Illumia?

Il trasloco ti mette sempre di fronte a nuove operazioni delle quali non conoscevi i nomi, perché non ti eri mai trovato nella situazione specifica. Come specificato più volte, lo stato dei contatori che trovi nella nuova casa (se attivi, se staccati, se assenti o se mai attivati prima d'ora) prevederà operazioni distinte. La maggior parte dei casi in cui si crea confusione con i termini tecnici del trasloco delle utenze, sono quelli che riguardano voltura e subentro che possono apparire simili. Queste le differenze:

  • Voltura: il contatore è attivo. Vuol dire che sei obbligato a passare ad Illumia siccome è ancora in essere il contratto col gestore.
  • Subentro: il contatore è stato disattivato. Lo puoi riattivare senza problemi, a patto che tutto rispetti le regole, con il fornitore luce e gas che vuoi, senza avere alcun obbligo nei confronti di Illumia.

Nota Bene Quando fai una voltura ricevi in eredità il precedente contratto e il vecchio fornitore. Devi sapere che potrai sempre cambiarlo subito dopo senza nessun problema. Non sei costretto a continuare con il fornitore che non hai scelto tu di tua volontà.

Documenti per la Voltura Luce e Gas Illumia: Quali Sono?

I documenti utili per la voltura luce o gas ti vengono richiesti quando chiami Illumia per il passaggio, perciò è utile che tu ti faccia trovare pronto e che disponga già di tale documentazione. In questo modo la pratica non verrà avviata con ritardo. Inoltre, quando fai richiesta di voltura con Illumia devi presentare i tuoi dati ma anche quelli del vecchio intestatario, nel dettaglio:

  1. Dati del nuovo intestatario (nome, cognome, codice fiscale, carta d'identità, email)
  2. Dati del vecchio intestatario (nome, cognome, codice fiscale, email)
  3. Indirizzi (fornitura, recapito fatture e residenza titolare)
  4. Lettura del contatore e la potenza impegnata in kW (per la luce, la puoi trovare su una vecchia bolletta energia)
  5. Dati delle utenze (codice POD per la luce, codice PDR per il gas)
  6. Codice IBAN (per la domiciliazione bancaria).

La pratica verrà avviata in 10 minuti se i dati comunicati sono tutti corretti, ovviamente, dopo che Illumia abbia effettuato le verifiche necessarie in questi casi. L'ultima cosa che dovrai fare è semplicemente quella di aspettare che venga fatto il cambio di titolarità che avverrà nei tempi stabiliti dalla legge.

Quanto Tempo ci Vuole per una Voltura Luce e Gas con Illumia?

Per la voltura gas e la voltura luce con Illumia, i tempi variano da un minimo di 4 giorni lavorativi a un massimo di 7 giorni lavorativi. Puoi fare la richiesta di voltura a Illumia anche pochi giorni prima del trasloco, in modo tale da avere già i contatori e i contratti energia intestati a tuo nome, o di un familiare.

Provando ad essere più precisi: Illumia avrà 2 giorni lavorativi di tempo, dopo aver ricevuto la pratica correttamente, per contattare il distributore locale per richiedere il cambio sul contratto. Ci vorranno poi almeno 2 giorni lavorativi affinché il distributore di zona possa dare il via libera per il cambio. In caso contrario, i tempi potrebbero allungarsi ad un massimo di 5 giorni lavorativi, per un totale di 7. Quindi, nella peggiore delle ipotesi, in una settimana lavorativa già potrai avere i contratti gas e luce intestati a nome tuo o di chi ha fatto la richiesta.

Costi Voltura Illumia Gas e Luce: Quali Sono?

Abbiamo accennato, all'inizio proprio di questa guida, che i costi per la voltura luce e gas con Illumia sono principalmente 2 e fanno un totale di circa 50€. Si tratta di costi fissi che vanno addebitati al distributore locale, proprietario dei contatori e che permetterà il passaggio finale con il cambio di titolarità del contratto di fornitura. Riassumiamo i costi specifici:

  • Contributo fisso destinato al distributore locale pari a 25,51
  • Addebito per ogni utenza pari a 23€.
Aggiornato il