confronta i fornitori energia elettrica e gasconfronta i fornitori energia elettrica e gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

confronta i fornitori energia elettrica e gas confronta i fornitori energia elettrica e gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Subentro Energia Pulita: Procedura, Costi e Tempi

Aggiornato il
minuti di lettura
Subentro Energia Pulita
Come richiedere l'attivazione dei contatori luce e gas con il fornitore Energia Pulita?

In questa guida spieghiamo, passo dopo passo, come fare un subentro con Energia Pulita. Avrai bisogno di questa procedura se hai effettuato un trasloco presso un'abitazione nella quale l'inquilino precedente ha disattivato le forniture. Scopri di più sulle tempistiche, i costi e la procedura da seguire.

Subentro Luce e Gas con Energia Pulita: Tempi e Costi
OPERAZIONE 🛠️COSTI 💰TEMPISTICHE 🗓️
Logo Energia Pulita


Subentro con Energia Pulita

€ 23 + IVA per Luce e Gas7 giorni lavorativi per la Luce
12 giorni lavorativi per il Gas

Come fare un Subentro Energia Pulita?

Scarica il modulo di subentro Energia Pulita Dal sito ufficiale di Energia Pulita potrai scaricare l'apposito modulo di subentro che dovrai compilare ed inoltrare al fornitore. Per aiutarti a velocizzare i tempi di reperimento del documento, ti offriamo la possibilità di effettuare da qui gratuitamente il download del modulo di subentro Energia Pulita in formato PDF.

Va precisato che il modulo messo a disposizione da Energia Pulita può essere utilizzato anche per le richieste di nuovi allacci o per le prime attivazioni. Questo significa che, in fase di compilazione, dovrai prestare attenzione a specificare bene l'oggetto della tua richiesta. Inoltre, lo stesso modulo può essere utilizzato per le richieste di subentro provenienti sia da privati che da aziende.

  • Quali dati inserire nel modulo di subentro?
  • Nome e cognome dell'intestatario della fornitura (per le aziende ragione sociale e nome del legale rappresentante);
  • Codice fiscale o Partita IVA;
  • Indirizzo di residenza;
  • Codice SDI (solo per le Partite IVA);
  • Indirizzo della fornitura presso la quale andrà riattivato il contatore;
  • Codice POD
  • Codice PDR.

Nel caso in cui la tua procedura abbia per oggetto un subentro, alla domanda "Il contatore è già presente?" dovrai scegliere l'opzione "Il contatore è stato disalimentato dal precedente intestatario del contratto". Sul modulo dovrai, inoltre, riportare la potenza disponibile e quella impegnata del contatore nonché la tensione di consegna. Puoi ignorare la compilazione della seconda parte del modulo, la quale è dedicata a chi ha bisogno di richiedere un nuovo allaccio.

  • Come inviare il modulo di subentro Energia Pulita?
  • Via e-mail, all'indirizzo [email protected];
  • Via fax, al numero 02.500.412.46.

Nel momento in cui si richiede un subentro, di fatto si procede con la sottoscrizione di un nuovo contratto di fornitura. Di conseguenza, prima di effettuare tale operazione, ti consigliamo di consultare le offerte luce e/o gas proposte da questa compagnia, allo scopo di individuare la soluzione più congeniale alle tue esigenze ed abitudini di consumo.

Alla data di realizzazione di questa guida, sul sito del gestore www.energiapulita.energy risultano presenti soltanto offerte in modalità PLACET. Si tratta di offerte ibride tra mercato libero e mercato tutelato, in quanto il venditore ha la facoltà di stabilire liberamente le condizioni economiche mentre la struttura di prezzo e le condizioni contrattuali sono determinate da ARERA. Inoltre, con le offerte PLACET non è possibile attivare un unico contratto per la fornitura congiunta di luce e gas. In ogni caso, sul sito della compagnia potrai optare sia offerte PLACET a prezzo fisso che per soluzioni a prezzo variabile.

Energia Pulita Subentro: Quanto tempo ci vuole?

Questa è una domanda del tutto legittima che i consumatori si pongono, in quanto è comprensibile l'esigenza di conoscere le tempistiche per la procedura di subentro e, dunque, per la riattivazione del contatore. A tal proposito, è importante sottolineare che i tempi di un subentro non possono essere stabiliti dai gestori luce e gas, in quanto è l'Autorità di Regolazione per l'Energia le Reti e l'Ambiente ad aver fornito indicazioni molto precise sui tempi. La procedura si svolge in questo modo:

  1. Il cliente invia una richiesta di subentro al fornitore (in questo caso Energia Pulita);
  2. Energia Pulita ha due giorni lavorativi di tempo per mettere al corrente di tale richiesta l'azienda locale di distribuzione;
  3. Dopo aver preso in carico la richiesta, il distributore locale avrà cinque giorni lavorativi di tempo per riattivare il contatore della luce e dieci giorni lavorativi per provvedere alla riattivazione del contatore del gas;
  4. Complessivamente, tra l'inoltro della richiesta della compagnia al distributore e l'ultimazione dei lavori, devi considerare un massimo di sette giorni lavorativi per il subentro della luce e di dodici giorni lavorativi per il subentro del gas.

Quanto costa un Subentro Energia Pulita?

I costi di un subentro dipendono solo in parte da Energia Pulita. Nel paragrafo precedente, infatti, abbiamo visto come in questa procedura un ruolo molto importante venga svolto dalle aziende locali di distribuzione. In particolare, sarai tenuto al pagamento di un corrispettivo commerciale, ad appannaggio del fornitore, di un importo pari a 23€ + IVA.

Se anche tu sei interessato ad un subentro ma ti piacerebbe saperne di più su come effettuare questa procedura con altre compagnie, ti consigliamo di leggere le nostre guide dedicate alla riattivazione dei contatori luce e gas con altri gestori del mercato libero:

 Le Guide di Selectra: tutte le pagine subentro
subentro-enel

Subentro Enel Energia

subentro-plenitude

Subentro Eni Plenitude

Energia Pulita: differenze tra subentro, voltura, allaccio e prima attivazione

Su questi argomenti ancora troppo spesso si tende a fare confusione. Nei casi di trasloco, ossia di trasferimento di un utente presso una nuova abitazione, a seconda dello stato delle utenze e dei contatori potrebbe essere necessario effettuare una delle seguenti procedure:

  • Subentro;
  • Voltura;
  • Allaccio;
  • Prima attivazione.

Abbiamo parlato ampiamente in questo articolo del subentro, ossia della riattivazione del contatore. Questo significa che se ti stai trasferendo in una casa nella quale il contatore è presente ma l'ex inquilino lo ha disattivato, dovrai giocoforza ricorrere al subentro affinché le utenze possano essere ripristinate.

Il caso più semplice, e forse anche il più comune, riguarda la voltura. Qui si tratta soltanto di cambiare il nome dell'intestatario del contratto. Se, infatti, la casa nella quale stai per traslocare è già collegata alla rete elettrica e/o del gas e le utenze sono attive, potresti interfacciarti con l'attuale inquilino, chiedendogli la disponibilità a non richiedere la cessazione della fornitura, in cambio del tuo impegno ad effettuare quanto prima la voltura. In questo modo, avresti la certezza di usufruire delle utenze sin dal primo giorno in cui metterai piede nella tua nuova abitazione.

Come fare una voltura con Energia Pulita? Anche in questo caso c'è da scaricare un apposito modulo dalla sezione modulistica del sito della compagnia e compilarlo dettagliatamente. Le modalità d'invio sono le stesse del subentro, dunque email oppure fax. Per la voltura è, però, necessario allegare al modulo anche altri documenti, come ad esempio la copia del titolo di possesso dell'immobile.

L'allaccio è una delle procedure per la quale Energia Pulita prevede la possibilità di utilizzare lo stesso modulo, ovviamente compilando una sezione differente. È necessario effettuare un allacciamento se ti stai trasferendo in una casa nella quale il collegamento alla rete del gas e/o a quella elettrica risulta assente. In genere, questa procedura si effettua con le nuove abitazioni o, comunque, con quegli edifici nei quali presumibilmente nessuno vi ha ancora vissuto.

Cosa lega l'allaccio alla prima attivazione? Da un punto di vista meramente operativo, ad occuparsi degli allacciamenti sono le aziende locali di distribuzione. Questo significa che, in linea generale, sarebbe un tuo legittimo diritto chiedere l'allaccio direttamente al tuo distributore. Devi, però, sapere che la procedura di allaccio non ha nulla a che vedere con l'attivazione delle utenze. Per far sì che al termine dei lavori di allacciamento il contatore venga subito attivato potrai richiedere l'allaccio direttamente ad Energia Pulita e sottoscrivere un contratto di fornitura. Energia Pulita farà da tramite tra te e il distributore e ti garantirà l'attivazione delle utenze subito dopo la fine dei lavori.

Se devi effettuare la prima attivazione con Energia Pulita, dovrai compilare la stessa sezione del modulo di subentro. L'unica sostanziale differenza sta nella risposta che dovrai fornire alla domanda "Il contatore è già presente?". In tal caso, infatti, dovrai rispondere Sì, barrando l'opzione "Contatore presente ma mai attivato".

Quali sono gli altri moduli scaricabili dal sito di Energia Pulita? Sul portale web del fornitore potrai accedere ad un'ampia gamma di moduli che ti permetteranno di effettuare diverse operazioni o comunicazioni. Potrai, ad esempio, scaricare il modulo di reclamo, quello per la fatturazione di importi anomali, il modulo per l'attivazione della domiciliazione bancaria, modulo di disdetta, modulo per richiedere variazioni al contatore ed altro ancora.

Come contattare Energia Pulita?

Se qualcosa non ti fosse ancora del tutto chiaro rispetto alla procedura di subentro, potrai sempre contattare Energia Pulita e porre le tue domande direttamente allo staff. L'azienda offre supporto attraverso diversi canali. Starà a te scegliere quello più comodo e adatto alle tue esigenze.

Quali sono gli orari del servizio clienti Energia Pulita? Affinché tu possa sperare di interfacciarti in modo rapido con lo staff di Energia Pulita, è assolutamente fondamentale conoscere gli orari del servizio clienti, disponibile dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 18:30 ed il sabato dalle 09:00 alle 13:00.

Puoi contattare Energia Pulita telefonicamente sia da rete fissa che da rete mobile. Nel primo caso, dovrai comporre sul tuo telefono il numero verde 800.183.503. Qualora, invece, preferissi utilizzare il tuo smartphone, ti basterà digitare il numero 02.407.012.30. Puoi interfacciarti con lo staff di Energia Pulita anche tramite e-mail, scrivendo ad [email protected] oppure attraverso il fax, al numero 02.500.412.46.

Per quanto concerne i recapiti fisici, Energia Pulita dispone di una sede legale a Milano, in Via Vincenzo Monti, 48 - 20123. La sede operativa dell'azienda è, invece, in provincia di La Spezia, con esattezza nel comune di Sarzana, in Via Variante Aurelia, 153 - 19038. Mancano, invece, dei riferimenti ai canali social dell'azienda. Dunque, non dovrebbero esservi su alcuna piattaforma social pagine ufficiali facenti capo ad Energia Pulita Srl.