Cambio Casa: come gestire le Utenze Luce e Gas?

voltura subentro

Sai già come gestire le pratiche luce e gas?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo noi una mano! Servizio gratuito.
(lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19).

Chiusura Utenze Inquilino: come fare?
a chi spetta
Trasloco -

Chiusura Utenze Inquilino: come fare?

Chiusura utenze inquilino: a chi spetta? Cosa succede se sei il proprietario e l'inquilino non paga oppure sei l'inquilino e stai lasciando la casa in affitto?

traslocare luce e gas

In questa sezione del sito ti offriamo valide, semplici e complete guide sul trasloco delle utenze della luce e del gas. Il nostro obiettivo è rendere il tuo cambio casa facile e senza stress offrendoti approfondimenti che ti faranno attivare le utenze in un battibaleno.


"È tutto pronto nella casa nuova, ma fino a che non mettono luce e gas non possiamo traslocare!" quante volte avete sentito o vi siete trovati voi stessi in questa situazione? Di solito i contatori della luce e del gas sono l'ultimo dei pensieri: meglio partire dalla mobilia del soggiorno! E invece solo a pochi giorni dal cambio casa ci si rende conto di quando sia proprio indispensabile partire dalla gestione di luce e gas quando si effettua un trasloco. Senza luce e senza gas non si può stare!

Potrebbero interessarti: Cambio residenza Milano - Cambio residenza Torino - Cambio residenza Roma - Migliori offerte Milano - Migliori offerte Torino - Migliori offerte Bologna

Come attivare luce e gas a casa?

attivare luce e gas

Quando in casa i contatori sono presenti ma non erogano né luce e né gas significa che hanno bisogno di essere riattivati. La procedura indispensabile per mettere in funzione i contatori prende il nome di subentro luce e/o subentro gas. L'inoltro della pratica di attivazione è più semplice di quanto credi, anzi se scegli un'offerta web puoi addirittura inoltrare la richiesta comodamente da casa. I dati che ti occorrerà comunicare sono i seguenti:

  • dati anagrafici dell'intestatario del contratto e indirizzo di residenza
  • indirizzo della fornitura e di fatturazione (solo nel caso in cui vuoi che le bollette vengano recapitate ad un indirizzo diverso rispetto a quello di fornitura)
  • il codice POD e codice PDR a seconda che si tratta rispettivamente della luce o del gas. Trovi questi codici su un'ultima bolletta
  • nel caso dell'energia elettrica la potenza impegnata in kW (che è solitamente di 3 kW per le utenze domestiche)
  • nel caso del gas l'uso che ne farai (riscaldamento, cucina o acqua sanitaria)
  • l'IBAN se scegli di domiciliare su conto corrente le tue bollette

Quanto tempo occorre per attivare luce e gas? Solitamente occorrono 7 giorni lavorativi per la luce e 12 giorni lavorativi per il gas. Ti ricordiamo che la messa in funzione del contatore spetta sempre al distributore al quale il fornitore trasmette la vostra richiesta entro massimo 2 giorni lavorativi dalla sottoscrizione del contratto.

Leggi tutti gli approfondimenti sull'attivazione utenze

Cosa fare quando luce e gas sono attivi a nome del vecchio inquilino?

Occorre fare una voltura luce o una voltura gas. In questo caso specifico dovrai contattare il fornitore con cui attualmente sono attive le utenze quindi se non hai un'ultima bolletta che può mostrarti qual è l'attuale gestore dovrai percorrere altre strade per poter venire a conoscenza del giusto fornitore da contattare. Ricordiamo infatti, che salvo nuove disposizioni di ARERA non è possibile effettuare una voltura con un fornitore che non sia quello con cui sono attive le utenze. Qui puoi leggere la guida su come conoscere il fornitore sconosciuto oppure come comportarsi nel cosa in cui tu stessi lasciando la casa in affitto dove ci sono le utenze intestate a tuo nome.

Ricorda che con la voltura, ciò che cambi è l'intestatario del contratto e le condizioni economiche restano le stesse di prima. Ciò significa che continuerai a pagare luce e gas al prezzo scelto dall'ex inquilino. Sei sicuro che sia un prezzo giusto e conveniente? La mossa migliore da fare una volta andata a buon fine la voltura e confrontare i prezzi e passare ad un gestore di tua scelta. A nessuno piace pagare qualcosa che non si è scelto da sé, giusto?

Quali dati occorreranno per procedere al cambio d'intestatario? Se sei in possesso di un'ultima bolletta troverai lì tutti i dati che ti occorrono, tra cui i dati dell'ex intestatario e i codici che identificano la fornitura (POD e PDR) senza i quali è impossibile procedere.

Sanzioni mancata voltura: a quanto ammontano? In realtà non esiste una sanzione. Ma attenzione perché spesso il proprietario di casa include nel contratto di locazione la clausola legata alla voltura utenze. In più intestando nulla impedisce al vecchio intestatario di staccare le utenze da un momento all'altro.

Quanto costa la voltura?

I costi variano da un gestore all'altro e la spesa totale si compone di diverse spese alcune di esse destinate a distributore di zona (responsabile dei contatori luce e gas)

  • Costi amministrativi destinati pari a 25,51 €
  • Costo di gestione destinato deciso dal fornitore
  • Eventuale deposito cauzionale se decidi di non domiciliare le bollette

Chi paga i consumi di gas e luce antecedenti al tuo arrivo in casa? L'ex inquilino, infatti il fornitore provvederà ad inviare una bolletta di chiusura.

Leggi tutti gli approfondimenti sull'intestazione utenze

voltura subentro

Sai già come gestire le pratiche luce e gas?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo noi una mano! Servizio gratuito.
(lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19).

allacciamento contatore
costo allaccio luce e gas

Installare il contatore della luce e del gas

Veniamo all'ultimo caso comune quando ci si trasferisce in un appartamento di nuova costruzione e cioè l'assenza dei contatore. Dovrai in questo caso provvedere all'allaccio luce e/o all'allaccio gas e trattandosi della procedura più lunga è bene partire un mese prima per arrivare preparati il giorno del trasloco. Ad occuparsi fisicamente della posa del contatore è il distributore di zona, ma se desideri installare il contatore e congiuntamente attivarlo devi contattare un fornitore di tua scelta e sarà lui a fare da intermediario con il distributore di competenza del tuo comune.

Differenza distributore fornitore Il fornitore si occupa della vendita dell'energia elettrica e del gas quindi per attivare l'utenza dovrai contattare una società di vendita. Il distributore si occupa della rete gas e luce e dei contatori ecco perché provvede alla loro all'installazione.

Quanto costa un allacciamento utenze?

La risposta è dipende! A volte sono necessari lavori complessi che richiedono fino a 50 giorni per l'installazione del contatore; altre volte invece si tratta di lavori semplici che possono concludersi nel giro di 20 giorni dal pagamento del preventivo (inviato dal distributore a seguito di un previo sopralluogo). A seconda dell'entità dei lavori cambia il costo finale dell'allaccio che (nel caso di utenza domestica) per la luce può arrivare a circa 470€; per il gas invece si parla di un minimo di 200€ fino ad un massimo di 1500€. Ma come già sottolineato, la spesa varia sensibilmente di caso in caso.

Leggi tutti gli approfondimenti sull'installazione del contatore

Aggiornato il