Quanto Costa un Impianto Gas per la Casa?

voltura subentro

Sai già come gestire le pratiche luce e gas?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo noi una mano! Servizio gratuito.
(lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

impianto gas casa

Stai costruendo una nuova casa, oppure stai ristrutturando la tua abitazione e vuoi sapere quanto costa realizzare l'impianto del gas? In questo articolo trovi le risposte a tutte le tue domande: dal come e quando fare un nuovo impianto del gas fino ai costi dei vari lavori.


Prima di parlare di impianto del gas domestico, specifichiamo che non tutte le abitazioni ne sono dotate. Nonostante la maggior parte delle case italiane faccia affidamento sul gas metano per riscaldamento e acqua calda sanitaria, molte case utilizzano altri sistemi. Non tutte le regioni d'Italia, la Sardegna in particolare, sono dotate di una fitta copertura della rete gas, perciò prediligono sistemi più autonomi che non richiedono l'allaccio alla rete (serbatoi o bombole GPL ad esempio). Nelle aree climatiche più privilegiate, dove le stagioni fredde sono più brevi e meno intense, può bastare uno scaldabagno elettrico e un condizionatore. Non dimentichiamo infine le energie rinnovabili (solare, geotermico, fotovoltaico) che sono una valida alternativa alle fonti fossili e possono sostituire la caldaia tradizionale a metano.

Meglio metano o GPL?Sono entrambi combustibili fossili, ma uno è liquido e l'altro gassoso. Scopri le differenze, i vantaggi e gli svantaggi di entrambi in questo articolo. Attenzione, qui si parla di impianto domestico, non di impianto a gas per auto!

Impianto gas per la casa: come (e quando) farne uno nuovo

costo impianto gas

Nella maggior parte delle case italiane il gas metano è la fonte di energia principale, utilizzata per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, nonché in cucina. La tecnologia più diffusa è la caldaia a condensazione, che permette di raggiungere efficienze molto alte anche con impianti piccoli e autonomi. Nonostante esistano varie alternative (caldaie a pellets e biomassa, bombole GPL, impianti geotermici, etc.) se stai costruendo o ristrutturando casa la soluzione più immediata è quella di realizzare un impianto gas. Vediamo quindi quali sono i casi più comuni e come fare per avere l'impianto di gas a casa. 

  • Nuova casa: Se stai costruendo da zero una nuova casa dovrai provvedere non solo alla realizzazione dell'impianto ma anche alla sua connessione alla rete gas e alla posa del contatore. Le operazioni da fare in questo caso sono quindi quelle di allaccio e prima attivazione: il contatore non è presente e deve essere installato dal distributore gas della tua zona il quale si occupa semplicemente della posa del contatore. Per attivarlo dovrà essere sottoscritto un nuovo contratto gas.
  • Ristrutturazione (con contatore presente): se stai ristrutturando una casa già esistente e dotata di un contatore del gas dovrai verificare se questo è attivo o disattivato. Nel primo caso puoi modificare l'intestatario del contratto con la voltura; nel secondo caso puoi fare un subentro e cambiare fornitore se lo desideri.
  • Ristrutturazione (senza contatore): stai ristrutturando una casa che non era ancora connessa alla rete del gas e vuoi dotarla di un impianto? Ti dovrai comportare come nel caso di "nuova casa". 

Se in casa manca la connessione alla rete del gas, il modo più semplice è contattare il fornitore per richiedere l'allacciamento, prima ancora di iniziare i lavori di costruzione dell'impianto. L'allacciamento richiederà prima un sopralluogo del tecnico e l'approvazione del preventivo di spesa; successivamente si procede alla posa del contatore e alla prima attivazione, che ha tempi piuttosto lunghi (2-3 mesi). Per questo è consigliabile iniziare le procedure prima dell'inizio lavori.

voltura subentro

Sai già come gestire le pratiche luce e gas?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo noi una mano! Servizio gratuito.
(lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

Quanto costa e a chi rivolgersi

Il costo totale di realizzazione di un impianto può variare in base alle dimensioni dello stesso, al modello della caldaia scelto e alla tariffa del professionista. I costi di posa e allaccio contatore non sono fissi, ma variano in base alla zona geografica in cui si trova l'abitazione, nonché ai lavori da svolgere per eseguire l'allaccio; se la casa è in un centro abitato e ben connessa alla rete di distribuzione i costi saranno contenuti, al contrario aumenteranno se si trova in una zona isolata. Il costo di realizzazione impianto invece dipende dalle dimensioni della casa, in quanto è strettamente legato al costo dei materiali (tubi, numero termosifoni, valvole, etc.), infine bisogna considerare il costo della caldaia che ovviamente varia in base al modello ma difficilmente sarà inferiore ai 600 euro. A questi costi si aggiunge la tariffa del tecnico specializzato e le imposte.  

Costi realizzazione impianto Gas domestico
Voce di Costo euro
allacciamento 200-600 euro
realizzazione impianto dai 3.000 euro in su
caldaia dai 600 euro in su

Ristrutturare un impianto esistente ha costi stimati che possono variare dai 2000 ai 5000 euro, sempre in base alle dimensioni della casa interessata e allo stato dell'impianto esistente che può avere bisogno di interventi più o meno importanti. I soggetti da contattare per realizzare un impianto domestico del gas possono essere 2 o 3 in base alle preferenze del cliente. 

  • Chi contattare
  • Distributore locale: è colui che si occupa del trasporto e della consegna al cliente finale dell'energia ed è proprietario dei contatori. Il cliente non può sceglierlo, ma deve affidarsi a quello presente nella sua zona. Ricorda che una volta contattato il distributore locale, dovrai comunque chiamare un fornitore per sottoscrivere un contratto gas. 
  • Fornitore: è una società di vendita che può operare su mercato libero o tutelato e può essere scelta dal cliente in base all'offerta che ritiene più conveniente. Contattando direttamente il fornitore, le operazioni sono più semplici perché è quest'ultimo che si occupa di sentire il distributore per l'allaccio e l'installazione del contatore.
  • Installatore impianto: un tecnico specializzato che si occupa del dimensionamento e della posa tubature, delle connessioni con gli elettrodomestici e dell'installazione caldaia. Può trattarsi di un idraulico o di altra figura professionale.

Quanto costa un impianto della luce?Come per quello del gas, il costo dipende soprattutto dalle dimensioni della casa; un modo semplice per stimare il costo finale è calcolare circa 50 euro per ogni punto luce, che in un appartamento standard equivale a circa 3000 euro. Vuoi sapere come si fa un nuovo impianto elettrico? Leggi questo articolo.

Le certificazioni di un impianto a norma

Un impianto del gas per essere considerato a norma deve necessariamente essere conforme a quanto riportato nel DM 37/08, "decreto ministeriale recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici". Al termine dei lavori il responsabile dell'impresa, o il tecnico abilitato che ha realizzato l'impianto (o ha modificato quello esistente) rilascerà la dichiarazione di conformità. Sarà suo compito depositarla presso il SUE (Sportello Unico Edilizia) del Comune in cui ha sede l'impianto, entro 30 giorni dalla fine lavori. 

Allegato F/40Per assicurarti che il tuo nuovo impianto del gas sia realizzato nel pieno rispetto dei criteri di sicurezza, segui la procedura descritta nell'Allegato F/40 redatto dall'Autorità per l'Energia e il Gas (ARERA). Quando invierai la richiesta di allaccio, ti verrà chiesto di allegare il modulo Allegato H/40 che ti verrà fornito dal venditore, senza tale modulo la fornitura non potrà essere attivata.

Aggiornato il