Chiusura Utenze Inquilino: come fare?

Ti ricontattiamo noi. Servizio Gratuito!
attivazione contatore

Attiva luce e/o gas con una sola chiamata!

Ricontattami
a chi spetta

Stai per lasciare una casa in affitto e non sai cosa fare con le utenze? Sei un proprietario di casa e ti chiedi se sia giusto chiudere le utenze all'inquilino che non paga? Leggi la nostra guida e chiariremo tutti i tuoi dubbi.


Devo lasciare una casa in affitto e le utenze sono intestate al proprietario: cosa fare?

Quando si stipula un contratto di affitto, di solito, ci si mette d'accordo anche per l'intestazione delle utenze. Infatti, in caso di affitti di breve periodo, il proprietario preferisce tenere le utenze intestate a se stesso. In questo caso, non c'è nessun problema burocratico nel momento in cui l'inquilino lascia la casa. Capiamo quindi cosa fare quando ti trovi in questa situazione.

  • Se sei un inquilino, nel momento in cui lasci la casa, non dovrai fare altro che rimborsare al proprietario le bollette che gli arrivano successivamente al tuo trasloco. Nel caso in cui tu abbia lasciato un deposito cauzionale al momento della stipula del contratto, se non devi ricoprire altre spese, puoi trovare un accordo con il proprietario per scalare da quella cifra il costo delle utenze.
  • Se sei un proprietario, non devi fare altro che fotografare il contatore nel momento in cui l'inquilino lascia la casa per attestare i consumi addebitabili fino a quel momento ed eventuali conguagli relativi al periodo di affitto. Nel momento in cui ti arrivano le bollette e le paghi, puoi chiedere il rimborso all'inquilino.

Qual è la differenza tra voltura e subentro? Se sei un inquilino, vuoi intestare a tuo nome le utenze, ma non sai se effettuare una voltura o un subentro, visita la sezione apposita del nostro sito e ti spieghiamo noi come agire.

Devo lasciare una casa in affitto e le utenze sono a mio nome: cosa fare?

Una situazione diversa, invece, si verifica nel momento in cui le utenze sono attivate a nome dell'inquilino. In quel caso, possono verificarsi varie situazioni. Analizziamole insieme, capiamo come comportarsi e a chi spetta la chiusura delle utenze, inquilino o proprietario.

Se sei un inquilino puoi decidere di disdire le utenze entro il preavviso indicato nelle condizioni generali del contratto che, di solito, coincide con il termine di una settimana prima della riconsegna dell'appartamento. Se, però, le bollette vengono ricapitate dopo il tuo trasloco, ecco cosa puoi fare:

  • puoi recarti presso un ufficio postale e chiedere l'attivazione del servizio "seguimi", grazie al quale tutte le lettere recapitate al vecchio indirizzo vengono rispedite al nuovo;
  • puoi lasciare al proprietario le buste già affrancate e chiedergli di spedirti al nuovo indirizzo le bollette recapitate successivamente;
  • puoi contattare il tuo fornitore e comunicargli il nuovo indirizzo per la spedizione delle ultime bollette o un indirizzo email per la spedizione della bolletta web.

Se, invece, il padrone di casa ti chiede di non disdire le utenze perché sarà lui stesso a occuparsi della voltura al nuovo inquilino, ti conviene rifiutare questa opzione, per i seguenti motivi:

  • un nuovo inquilino potrebbe rifiutarsi di fare la voltura e, quindi, tutti i costi ricadrebbero su di te;
  • l'arrivo di un nuovo inquilino potrebbe tardare e, nel frattempo, tutti gli eventuali costi sarebbero addebitati a te;
  • nonostante gli accordi, il proprietario potrebbe rifiutarsi di coprire i costi del periodo in cui l'appartamento resta sfitto e dovresti rivolgerti a un avvocato per obbligarlo, ma solo in caso tu abbia delle prove scritte degli accordi presi.

Come procedere all'allaccio della luce? Nella nostra guida ti spieghiamo quali passi seguire per procedere all'allaccio dell'utenza dell'energia elettrica. Leggila!

Inquilino moroso: la chiusura delle utenze può essere fatta dal proprietario?

Se sei un proprietario e hai a che fare con un inquilino moroso, la prima cosa che ti viene da pensare è quella di staccargli le utenze o di cambiargli le serrature, ma sappi che non puoi farlo perché saresti punibile dalla legge.

La Cassazione ha infatti stabilito che con un comportamento del genere, il proprietario commette il reato di "esercizio arbitrario delle proprie ragioni".

Quindi, se sei un proprietario e hai a che fare con un inquilino moroso, la chiusura delle utenze non deve spettare a te, ma devi avviare una richiesta di sfratto, anche se l'iter è abbastanza lungo.

Cosa fare quando prendi in affitto una casa?

Se sei un inquilino e stai traslocando in una nuova casa, ti starai chiedendo come comportarti per la gestione delle varie utenze. Sappi che il consiglio più importante è sempre quello di parlare con il proprietario e chiedere a chi intestare le utenze. Se decidi di intestare a te stesso le utenze e procedere con una voltura, prima di contattare il fornitore, devi procurarti:

  1. le bollette del precedente intestatario dell'utenza;
  2. i dati anagrafici del precedente intestatario;
  3. i tuoi dati anagrafici;
  4. il codice PDR per il gas o il codice POD per la luce;
  5. la lettura del contatore;
  6. l'indirizzo della fornitura
  7. i dati bancari per l'eventuale addebito della bolletta;
  8. l'indirizzo email al quale far inviare la bolletta web.

Come fare in caso di decesso dell'intestatario dell'utenza? Se è deceduto l'intestatario dell'utenza e non sai come procedere, leggi la nostra guida e te lo spieghiamo noi.

Aggiornato il

Leggi le Ultime Guide sulla Gestione Utenze