Verifica del contatore gas, tutto quello che devi sapere

Servizio Gratutito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19
attivazione contatore

Attiva luce e/o gas con una sola chiamata!

02 8294 1599   Fatti Richiamare
Ti ricontattiamo noi. Servizio Gratuito!
attivazione contatore

Attiva luce e/o gas con una sola chiamata!

Ricontattami
verifica contatore gas

Come verifico che il mio contatore del gas funzioni? Ecco una guida con tutto quello che devi sapere per effettuare la verifica del contatore del gas meccanico o elettronico. 


Il contatore del gas (sia meccanico che elettronico) è quello strumento che misura la quantità di combustibile consumato da ogni utenza, cioè gli Smc (standard metri cubi) di metano per punto di prelievo (PDR). Come accade per quelli della luce, anche i vecchi contatori analogici del gas stanno per essere sostituiti con i modelli elettronici di ultima generazione: se hai uno di questi nuovi contatori, oppure un vecchio contatore meccanico, controlla che stia funzionando correttamente e se hai dei dubbi scopri come fare per richiedere la verifica

Attenzione Se al termine della verifica il contatore risulta funzionante, il costo dell’intervento ti verrà addebitato in fattura.

Come funziona il contatore del gas, elettronico e meccanico

Il contatore del gas tradizionale ha un quadrante meccanico con un totalizzatore che fa ruotare i numeri in nero (prima della virgola) e rosso (dopo la virgola) indicando il consumo totale di metano; di solito su questi contatori si trova un adesivo o una targhetta di ottone che riporta il numero di matricola dello stesso. Il contatore del gas elettronico invece è dotato di un piccolo schermo, molto simile a quello dei contatori della luce. La differenza principale tra vecchi e nuovi contatori del gas infatti, è che quelli elettronici sono dotati di un display digitale in grado di visualizzare molte più informazioni relative alla fornitura di gas metano e del contatore.

Differenze principali contatori
  Meccanico Elettronico
Display Quadrante meccanico Display digitale
Informazioni
  • consumo fino a tre cifre decimali (numeri in nero e rosso)
  • numero di matricola
  • portata massima e minima
  • volume e pressione
  • consumo fino a tre cifre decimali 
  • codice PDR
  • Totalizzatore volumi (in allarme e per fasce)
  • diagnostica
  • stato del dispositivo e della valvola

Come già anticipato, la sostituzione dei contatori del gas è già a buon punto e i nuovi modelli elettronici presentano diversi vantaggi: 

  • misurazione dei consumi più precisa ed affidabile
  • telelettura a distanza, inviata in automatico
  • telecontrollo da remoto, con valvola programmabile per chiusura e apertura del gas.

Grazie a queste migliorie le bollette del gas saranno allineate ai consumi e non dovrai più effettuare l'autolettura per evitare sorprese o maxi conguagli; inoltre in caso di chiusura o attivazione utenze, non sarà più necessaria la presenza del tecnico che appone i sigilli. Anche la verifica del corretto funzionamento e della sicurezza del contatore è molto più semplice.

Perché richiedere la verifica del contatore gas

Hai l’impressione che il tuo contatore non funzioni in modo corretto? Se pensi che il tuo contatore del gas non stia misurando correttamente i consumi puoi richiedere la verifica metrologica. Se hai un contatore elettronico di ultima generazione puoi verificare in tempo reale eventuali problemi di funzionamento e lo stato della valvola leggendo il display digitale, che è sempre in stand by (quindi spento). Per attivarlo basta cliccare sui tasti al lato dello schermo. Scopri come leggere il tuo contatore in base al modello. 

Come leggere il contatore del gas Fino ad alcuni anni fa la maggior parte dei contatori gas erano di proprietà di Unareti, Inrete, Ireti, oggi il modello più diffuso in Italia è il contatore Italgas. Ecco alcune guide dei contatori gas più comuni: come leggere il contatore italgas, come leggere il contatore Samgas, come leggere il contatore MeterSit,  come leggere il contatore Meter EG4

Chi contattare per verificare il contatore

Il proprietario del contatore, che ha la responsabilità di effettuarne la manutenzione e verificarne il corretto funzionamento, è il distributore del gas (Italgas ad esempio è quello più diffuso sul territorio italiano). Tuttavia se sospetti un malfunzionamento e vuoi richiedere la verifica del contatore, devi contattare il fornitore, cioè la società di vendita con cui hai sottoscritto il contratto di fornitura del gas metano. 

  • Servizio Clienti dei principali fornitori Gas
  • Numero verde Eni Gas e Luce: numero verde 800.700.900
  • Numero verde Enel: numero verde 800.900.860
  • Numero verde Sorgenia: 800.294.333
  • Numero verde Iren: 800.96.96.96

Sarà compito del fornitore allertare il distributore e fissare un appuntamento con un tecnico per effettuare la verifica del contatore, con queste tempistiche: 

  1. il cliente invia la richiesta al fornitore
  2. il fornitore comunica al cliente eventuali costi di verifica per conferma
  3. il fornitore invia la conferma al distributore, entro 2 giorni lavorativi
  4. il distributore effettua la verifica e mette a disposizione del fornitore il resoconto entro 20 giorni lavorativi.

Se il contatore risulta effettivamente non funzionante, viene sostituito gratuitamente; in caso contrario il distributore addebita un costo che varia dai 5 € (in presenza di bollo metrico scaduto) ai 50 € circa. Se invece il distributore non rispetta i tempi per la verifica, è il cliente ad avere diritto ad un rimborso che varia in base al ritardo ed al modello di contatore del gas. 

Verifica contatore luce Sospetti un guasto al contatore dell'elettricità? Scopri quando come e perché richiedere una verifica del contatore della luce.

Aggiornato il

Leggi le Ultime Guide sulla Gestione Utenze