Dispersione Elettrica: Consumi inspiegabili in Bolletta?

voltura subentro

Sai già come gestire le pratiche luce e gas?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo noi una mano! Servizio gratuito.
(lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

dispersione elettrica

Hai ricevuto una bolletta della luce particolarmente alta e non sai come spiegartela? Potrebbe esserci una dispersione elettrica sulla rete domestica: ti pieghiamo cosa significa e cosa fare in questi casi per evitare di pagare una bolletta della luce inaspettatamente salata.


Conosci la struttura della bolletta della luce? Nella prima pagina trovi sempre l'importo totale da pagare; le voci di spesa che concorrono a formare questo valore sono: spese per la materia energia, spese per il trasporto e la gestione del contatore, spese per oneri di sistema e imposte. Se l'importo relativo alla materia energia è molto più alto del solito, può trattarsi di una dispersione elettrica in casa: ecco cosa significa.

Dispersione elettrica: cos'è?

dispersione elettrica

Si tratta di un fenomeno di perdita di carica elettrica da parte di un conduttore carico isolato. Le dispersioni elettriche sono generalmente dovute ad un non corretto isolamento e causano una perdita di efficienza del sistema. In parole povere l'impianto di casa necessita di più energia per funzionare perché ne perde una parte; il maggior consumo si traduce in bollette della luce più alte, non giustificate da un maggior utilizzo degli elettrodomestici. 

Attenzione a non confondere la dispersione sulla rete domestica con le perdite di rete. Queste sono le dispersioni che si verificano lungo la rete di produzione e distribuzione dell'energia elettrica e che vengono addebitate ai clienti finali. Si stima che corrispondano ad un massimo del 10% dell'energia erogata per le forniture in bassa tensione, al 4% per quelle in media tensione e al 2% per l'alta tensione, ma variano a livello territoriale. 

Perdite di ReteL'Autorità per l'Energia (ARERA) offre degli incentivi alle compagnie che mettono in atto strategie per ridurle: gli obiettivi dalla Delibera 23 luglio 2015 377/2015/R/eel sono di ridurre le perdite in media tensione dal 4,0% al 3,8%

Come riconoscerla e cosa fare

Un consumo inspiegabile nella bolletta della luce dovrebbe essere il primo campanello d'allarme per sospettare una dispersione elettrica. Questa può essere causata da componenti difettose della rete domestica o malfunzionamenti difficili da individuare, anche perché se la dispersione è costante e non supera una certa soglia, non è detto che scatti il salvavita. Le principali cause della dispersione elettrica sono: 

  • cattivo isolamento dell'impianto elettrico
  • presenza di cavi o collegamenti difettosi
  • guasti ad elettrodomestici o assenza di messa a terra
  • salvavita difettoso

Per riconoscere una dispersione elettrica la prima cosa da fare è controllare il contatore della luce: se il display segnala che la potenza massima raggiunta anche se non ci sono elettrodomestici in funzione, significa che c'è una dispersione di energia (oppure che qualcuno sta rubando la vostra corrente). Se scatta il salvavita può trattarsi di uno degli elettrodomestici: per fare un semplice test basta staccarli e ricollegarli alla corrente uno alla volta, l'elettrodomestico guasto è quello che fa scattare di nuovo il salvavita. Altrimenti si può provare con un tester o contattare un elettricista per verificare il corretto funzionamento dell'impianto di casa.

A chi rivolgersi?

Se si tratta di un elettrodomestico guasto o non collegato correttamente, basta sostituirlo o contattare un tecnico che risolva il problema del collegamento; se non trovi la causa puoi chiamare un elettricista per un indagine più approfondita sull'impianto. In ogni caso è sempre meglio rivolgersi ad un professionista esperto del settore. Se non risulta nessuna dispersione nella rete domestica, l'aumento in bolletta potrebbe essere dovuto ad altri motivi: scopri come risparmiare sulla bolletta con questi 5 utili consigli!

Contatore GuastoSe il problema non è dell'impianto di casa tua ma del contatore, puoi contattare il tuo fornitore: scopri come sostituire un contatore Enel guasto

Aggiornato il