lampadina

State leggendo la vostra bolletta della luce e non avete capito a cosa si riferisce questa voce? Bene, con questa guida vi spieghiamo in dettaglio quali costi sono compresi nella spesa per la materia energia

Guida alla bolletta della luce: scopriamo una delle componenti del prezzo finale della bolletta. Che cos’è la spesa per la materia prima energia? 

La spesa per la materia energia

Nella bolletta della luce la spesa totale che il cliente deve pagare comprende le seguenti voci: 

  • la spesa per la materia prima
  • la spesa per il trasporto e la gestione del contatore
  • gli oneri generali di sistema
  • le imposte

In Italia la spesa per la materia prima energia può variare a seconda della tipologia di mercato elettrico. Nel mercato libero il prezzo dell’energia – uno degli importi relativi alla spesa materia prima –  può essere differente: le tariffe offerte dai fornitori sono tantissime e il consumatore può scegliere quella più conveniente. Nel mercato tutelato, invece, i prezzi della componente energia sono stabiliti dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ogni tre mesi. 

La spesa per la materia prima energia nel mercato tutelato

La spesa per la materia energia comprende una quota fissa e una quota energia a consumo che varia a seconda delle fasce orarie per utenze con contatore elettrico e in base ai consumi energetici dell’utente.

materia prima energiaNello specifico la voce “spesa per la materia energia” comprende le seguenti voci:

  • PE: il prezzo dell’energia elettrica riguarda il costo per l’acquisto della materia prima e per le perdite sulle reti
  • PD: il prezzo del dispacciamento copre i costi per gestire i flussi di energia sulla rete
  • PPE: il prezzo di perequazione serve a garantire che i costi pagati dal consumatore siano i costi effettivi sostenuti dalle società per il dispacciamento e l’approvvigionamento
  • PCV: il prezzo di commercializzazione copre i costi per la gestione commerciale

La componente di perequazione si applica solo nel mercato tutelato ed è stata introdotta dall’Autorità per l’Energia per garantire l’equilibrio tra i costi sostenuti dalle società di distribuzione e dai fornitori per la fornitura di servizi specifici (a partire dal 1º gennaio 2008) con gli importi pagati dai consumatori. Questi servizi sono svolti dall’Acquirente Unico, società pubblica controllata dal Gestore dei Servizi Energetici. AU garantisce che i costi pagati dal cliente per il prezzo energia e il dispacciamento equivalgano ai costi di acquisto e dispacciamento realmente sostenuti dal fornitore per fornire energia. La componente PPE può avere valore positivo (a debito del cliente) e negativo (a credito del cliente). L’importo sarà positivo se il cliente deve pagare la differenza perché gli importi effettivi sono superiori a quelli previsti. 

La spesa per la materia energia nel mercato libero

mercato

Che cosa cambia per un cliente libero? In primis, l’utente può scegliere l’offerta più adatta alle proprie esigenze per quanto riguarda il prezzo dell’energia che in questo caso non è fissato dall’Autorità. Poi, va detto che nel mercato libero l’utente può ricevere servizi extra inclusi nel contratto di fornitura, come sconti o promozioni speciali. Essere ben informati, in questo caso, è senza dubbio un buon modo per scegliere al meglio l’offerta più vantaggiosa per le proprie esigenze.

Aumento del costo della bolletta dell’energia

Il prezzo dell’energia elettrica dal 2004 è aumentato considerevolmente: da 0,12 euro per kWh è arrivato a 0,21 euro per kWh. E a proposito di aumenti, lo studio della società RSE (Ricerca sul Sistema Energetico) sui costi nel mercato dell’energia non dà notizie buone al riguardo. La bolletta dell’energia aumenterà in futuro (con orizzonte 2030). In particolare, per la bolletta della luce si prevede un incremento della spesa per la materia prima energia e dei costi dei servizi di trasmissione e distribuzione.

Spesa per la materia energia: cosa significa? ultima modifica: 2018-03-02T12:43:24+00:00 da Bolletta Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *