Detrazioni e Bonus Luce e Gas: cosa sono e come funzionano?

Servizio Gratutito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19
confronto tariffe

Qual è il gestore più conveniente?

02 8294 1599   Fatti Richiamare
Ti ricontattiamo noi. Servizio Gratuito!
confronto tariffe

Qual è il gestore più conveniente?

Ricontattami
detrazioni-bonus-luce-gas
Scopri tutti i bonus per la bolletta di luce e gas disponibili in Italia.

Lo Stato italiano ha emesso nel corso del tempo diversi bonus e detrazioni per la spesa energetica e in questa guida vogliamo fare chiarezza e indicare tutte le agevolazioni disponibili, i requisiti e le modalità di ottenimento.


Attivazione e rinnovo automatico del Bonus Sociale A partire dal 1 gennaio 2021 bonus sociale che fornisce lo sconto nella bolletta luce, gas e idrica viene attivato automaticamente alle famiglie aventi diritto compreso il rinnovo al 2022. Se non hai ricevuto la detrazione e pensi di poter accedere ad essa, contatta il comune o un CAF e fai la richiesta.

Cos'è il bonus luce e gas?

Bonus Luce e Gas 2022: Sintesi delle detrazioni
Requisiti Ammontare del Bonus Sociale 2022
ISEE non superiore a 12.000€, oppure 20.000€ in caso di famiglia numerosa (almeno con 4 figli a carico). BONUS LUCE
dai 125€/anno ai 173€/anno

BONUS GAS
dai 32€/anno ai 264€/anno
Titolarità del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.
Condizioni di disagio fisico che richiedano supporto di apparecchiature elettromedicali (esempio: apparecchi respiratori).

Il Bonus per l'energia luce e gas (o Bonus sociale) consiste in uno sconto sulla bolletta luce e sulla bolletta del gas per i clienti domestici con disagi economici, fisici o nuclei familiari numerosi. Questa agevolazione è stata introdotta per la prima volta nel 2009 da parte del Governo e messa in atto da parte dell'ARERA in collaborazione con i comuni e con l'INPS.

Il bonus sociale luce e gas è pensato per fornire un supporto economico a:

  • Famiglie che con ISEE basso o con almeno 4 figli a carico, a cui è rivolto il bonus luce e gas per disagio economico;
  • Famiglie con persone con patologie per cui è richiesto l'utilizzo di apparecchiature mediche alimentate a corrente, a cui è rivolto il bonus luce per disagio fisico.

Limitazioni all'ottenimento del Bonus sociale gas È necessario che la classe del misuratore gas sia pari o inferiore a G6 (la maggior parte dei misuratori rientrano nella classe G4).

Chi ha diritto al bonus sociale?

Hanno diritto al bonus sociale per disagio economico i cittadini o i nuclei famigliari che sono intestatari di un contratto di fornitura per uso domestico e che rispettano una delle seguenti caratteristiche:

  • Nucleo famigliare con indicatore ISEE non superiore a 8.265€/anno;
  • Nucleo famigliare con 4 figli a carico con un ISEE pari o inferiore a 20.000€/anno;
  • Nucleo famigliare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Nel 2022 può richiedere il bonus chi ha un ISEE fino a 12.000€/anno Ai sensi del decreto legge n.21 del 21 marzo 2022 la soglia ISEE massima valida l'ottenimento del bonus è stata alzata a 12.000€ per contrastare il caro bollette.

Questa agevolazione fiscale è soggetta al vincolo di unicità, che permette ad di ogni nucleo famigliare avente diritto ad ottenere un solo bonus per ogni tipologia di fornitura (elettrico, gas, idrico).

Ad esempio, nel corso del 2022 una famiglia in stato di disagio economico potrà richiedere un solo bonus sociale luce, un solo bonus gas e un solo bonus idrico.

Come richiedere il bonus sociale?

Per richiedere il bonus sociale per disagio economico dovrai compilare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) ai fini ISEE, allegando dati anagrafici e beni patrimoniali posseduti al 31 dicembre del secondo anno precedente a quello di presentazione, ed inviarla al portale online dell'INPS attraversi la tua area personale.

Puoi presentare la DSU anche tramite Centri di Assistenza Fiscale (CAF) e sportelli comunali.

Nota bene: Questa procedura è valida solamente per il bonus sociale per disagio economico. I bonus energia rivolti a anziani ed a soggetti con disagio fisico seguono altri iter.

Sono disponibili detrazioni IVA per l'energia elettrica rivolte a determinate categorie lavorative di liberi professionisti e partite iva che rientrano nell'elenco dei codici ATECO degli aventi diritto.

Come funziona la procedura di rinnovo automatico Bonus Energia 2021?

Dal 1 gennaio 2021 il bonus sociale viene rinnovato automaticamente a cittadini e nuclei famigliari aventi diritto senza che debbano presentare nuovamente domanda.

A stabilire questa procedura è stato il D.L. n, 124 del 26 ottobre 2019, convertito poi in legge n. 157 del 10 dicembre 2019 che da la possibilità di rinnovare in modo automatico il bonus energia presentando la DSU al fine di attestare la situazione reddituale.

A quanto ammonta il bonus sociale?

Il bonus sociale per disagio economico può variare in base a diversi fattori come la dimensione del nucleo familiare, per l'energia elettrica e la fascia climatica per quanto riguarda il gas. Nella tabella sottostante puoi trovare gli importi minimi e massimi di questa agevolazione.

Importo del Bonus Sociale 2022
Tipo di utenza Importo dell'agevolazione
Bonus Luce 💡 Da 125 €/anno 173 €/anno
Bonus Gas 🔥 Da 32 €/anno264 €/anno

Fonte: ARERA, Dati Settembre 2022.

Come sapere se ho ricevuto il bonus sociale?

Il bonus verrà accreditato direttamente all'interno della bolletta luce e della bolletta gas per gli utenti dotati di un impianto gas autonomo. L'agevolazione verrà suddivisa in 12 rate mensili ed applicata nei mese successivi alla presentazione.

Per quanto riguarda gli utenti con un impianto centralizzato, questi riceveranno una comunicazione da parte del Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle tariffe energetiche (SGAte) per fornire la data di erogazione del bonifico presso gli uffici postali.

Come controllare lo stato di avanzamento della domanda Puoi verificare lo stato di avanzamento della domanda sul sito bonusenergia.anci.it, sul sito ufficiale SGAte o chiamando il numero verde 800.166.654.

Bonus energia e cambio fornitore

Se benefici del bonus energia per disagio economico o per disagio fisico e decidi di cambiare fornitore oppure si verifica il cambio delle condizioni economiche del contratto, Il bonus continuerà ad essere erogato senza interruzioni per tutto il periodo di validità del diritto.

Nel caso tu voglia cambiare offerta luce e gas sappi che all'interno del mercato libero dell'energia sono presenti oltre 400 fornitori che propongono il loro servizio di fornitura, per semplificarti il lavoro abbiamo selezionato le migliori 3 offerte luce e gas attualmente disponibili.

Offerte Luce e Gas Oggi: scopri la classifica delle tariffe più convenienti di Martedì 06 Dicembre 2022 🔎
🏆 POSIZIONE 🔝 NOME OFFERTA 💰 SPESA*
(€/mese)
🥇
Primo
Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia logo
💡 LUCE: 66€
🔥 GAS: 116€

02 9475 8759 Attiva Online Attiva Online
🥈
Secondo
Eni Plenitude Trend Casa Luce e Gas
Eni
💡 LUCE: 74,9 €/mese
🔥 GAS: 116,9 €/mese

02 8294 1599Attiva Online  Attiva Online
🥉
Terzo
NeN Special 48 Luce e Gas
NeN logo
💡 LUCE: 77,5€/mese
🔥 GAS: 138€/mese

Attiva Online
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Come funziona il bonus bollette 2022?

Il bonus bolletta 2022 viene attuato in seguito al Decreto Aiuti Ter del Governo Draghi approvato il 16 settembre 2022 in cui sono stati stanziati 14 miliardi di euro e parte dei quali saranno devoluti ai lavoratori attraverso l'accredito una tantum di 150€ direttamente nella busta paga di Novembre 2022. Il bonus è destinato a lavoratori dipendenti, pensionati e partite IVA con un reddito annuo lordo non superiore ai 20.000€ l'anno.

  • Le categorie di lavoratori a cui è destinato il bonus sono:
  • Lavoratori dipendenti;
  • Lavoratori autonomi;
  • Titolari di uno o più trattamenti a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria;
  • Pensionati o percettori di assegno sociale;
  • Percettori di assegni per invalidi civili, ciechi e sordomuti;
  • Percettori di indennità per accompagnamento alla pensione;
  • Lavoratori domestici;
  • Lavoratori dello spettacolo e del turismo;
  • Percettori di NASPI, DIS-COLL e disoccupazione agraria;
  • Dottorandi assegnisti di ricerca;
  • Percettori di reddito di cittadinanza.

Il Bonus Bollette è cumulabile al bonus sociale citato precedentemente.

Bonus bollette: come richiederlo?

Il bonus bollette di 150€ si configura come una proroga del bonus di 200€ di luglio e verrà accreditato direttamente nella busta paga o nel conto corrente dei lavoratori dipendenti. Questi dovranno compilare un modulo per la richiesta del bonus e inoltrarlo al proprio datore di lavoro. Se saranno soddisfatti i requisiti, il bonus verrà accreditato nella busta paga.

Modulo richiesta bonus bollette 150€ Scarica il modulo PDF modificabile per ottenere il bonus di 150€.

Per quanto riguarda il pensionati e i beneficiari di sussidi e reddito di cittadinanza, il bonus verrà accorpato alla rata mensile, mentre non sono state ancora specificate le modalità di erogazione per lavoratori autonomi, dottorandi e assegnisti di ricerca.

Agevolazioni luce e gas per anziani

Sono presenti anche delle agevolazioni luce e gas per gli anziani con basso reddito. Il primo di questi è una riduzione degli importi fissi dei bollettini da 1,30€ a 0,70 centesimi. Per questo tipo di agevolazione l'utenza dovrà necessariamente intestata all'anziano beneficiario della detrazione.

Gli anziani sono inoltre esentati dal pagamento del canone Rai, ma solamente se soddisfano determinati requisiti:

  1. ISEE pari o inferiore a 6.713€;
  2. Età di 75 anni o superiore;
  3. Compilazione e invio dell'apposito modulo all'Agenzia delle Entrate tramite il portale dedicato all'interno dell'area riservata ai servizi telematici.

Tra i bonus e le detrazioni statali ne troviamo altri come il bonus per l'acquisto di monopattini elettrici o il bonus biciclette elettriche che però al momento non sono disponibili.

Aggiornato il

Leggi le Ultime Guide sulla Gestione Utenze