allaccio e voltura

ATTIVA UN CONTRATTO IN 10 MINUTI!

Servizio gratuito attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

Piattaforma Zero Emissioni

Scopriamo insieme cos’è la piattaforma Zero Emissioni e vediamo quali sono i suoi scopi e i suoi obiettivi. La piattaforma Zero Emissioni viene fondata nel 2005, essa è, appunto, una piattaforma tecnologica europea per le centrali a combustibile fossile a emissioni zero (per questo la sigla ZEP, in inglese Zero Emission Platform). Tale piattaforma è una coalizione unica di parti unite nell’interesse, e nel sostegno, all’acquisizione e allo stoccaggio di CO2 (CCS=carbon capture and storage) come tipo di tecnologia fondamentale per la lotta ai cambiamenti climatici. Zero Emissioni, inoltre, funge da consulente della Commissione europea per la ricerca, la dimostrazione e il dispiegamento di CCS. Tutte le utility europee, le compagnie petrolifere, i fornitori di attrezzature, gli scienziati, gli accademici e le ONG ambientali che insieme formano ZEP hanno, principalmente, tre obiettivi principali che sono i seguenti:

  • Consentire a CCS una tecnologia chiave per la lotta ai cambiamenti climatici.
  • Rendere commercialmente valida la tecnologia CCS entro il 2020 attraverso un programma di dimostrazione sostenuto dall'UE.
  • Accelerare la ricerca e lo sviluppo nella tecnologia CCS di prossima generazione e la sua ampia diffusione post-2020.

ZEP è nato dal riconoscimento da parte dell'UE del CCS come componente chiave di qualsiasi futuro sistema energetico sostenibile. La sua missione? Semplice, identificare e rimuovere gli ostacoli alla creazione di centrali elettriche altamente efficienti che abbiano delle emissioni prossime allo zero. La prima iniziativa di ricerca sulla CCS può essere trovata a partire dal quadro del terzo programma dell'UE, datato 1990-1994, che poi è il suo principale strumento finanziario per sostenere attività di ricerca e di sviluppo per quasi tutte le discipline scientifiche. I programmi successivi, che a partire dal 2006 sono diventati programmi settennali, hanno dato un peso crescente ai progetti relativi alla CCS. Mentre l'UE avanza verso lo spiegamento di CCS, ZEP continuerà a servire come:

  • Consulente e facilitatore di CCS (consulenza a opera di esperti su tutte le questioni tecniche, politiche, commerciali e di altro tipo).
  • Collaboratore di tecnologie CCS: input su tutte le questioni tecnologiche, comprese raccomandazioni per tecnologie CCS di prossima generazione, tenendo conto dell'esperienza acquisita con il programma di dimostrazione CCS dell'UE.
  • Stimato comunicatore: educatore e fonte di informazioni, compreso l'impegno internazionale su CCS.

Nell'autunno del 2005, il consiglio consultivo e il gruppo di coordinamento di Zero Emission Platform, insieme a Working Groups e a Mirror Group, sono stati istituiti e ZEP ha pubblicato un documento di visione nel mese del maggio seguente. I gruppi di lavoro sono stati in seguito ribattezzati Taskforces, mentre il gruppo Mirror è diventato il gruppo governativo (Governament Group)..