Costo Impianto Fotovoltaico da 6 kW: conviene? Quali sono i vantaggi?

Mercato Libero Energia Confronto Prezzi

Qual è il gestore più conveniente? 

Confronto offerte personalizzato in 5 minuti. Contatta il tuo consulente attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19. Servizio Gratuito!

costo impianto fotovoltaico 6 kw

Sono tante le persone che scelgono di passare a un impianto fotovoltaico da 6 kW. Ma quali sono i costi? E quali i vantaggi? Capiamone di più.


Desideri installare un impianto fotovoltaico? Il miglior consiglio che possiamo darti è quello di richiedere più di un preventivo a diverse ditte specializzate per poter confrontare i costi e la qualità del servizio offerti. Scopri quali informazioni deve avere un preventivo fotovoltaico per essere classificato come buono.

Cos’è un impianto fotovoltaico da 6 kW?

Un impianto fotovoltaico da 6 kW è una tipologia di impianto che può soddisfare una produzione superiore ai bisogni di una famiglia standard di 3-4 persone. Tendenzialmente, un impianto di questo tipo installato sul tetto occupa circa 50 metri quadrati e produce circa 8000-9000 kWh all’anno di energia pulita. Ovviamente questi dati variano in base a varie caratteristiche, quali:

  1. inclinazione e orientamento dei pannelli;
  2. condizioni climatiche del luogo.
costo fotovoltaico

Per scegliere il tipo di installazione più idoneo alla propria abitazione, occorre prendere in considerazione alcuni fattori, quali:

  • lo spazio a disposizione;
  • il tipo di tetto;
  • l’orientamento del tetto.

Ad esempio, se si dispone di un tetto piano, l’installazione richiede più tempo per fare in modo di orientare e inclinare i pannelli nel modo adatto.

Qual è il costo di un impianto fotovoltaico da 6 kW?

Il costo di un impianto fotovoltaico da 6 kW è, ovviamente, maggiore rispetto a quello dell’impianto classico da 3kW o rispetto alle alternative low-cost (vedi fotovoltaico Ikea), ma soddisfa maggiormente i bisogni di una famiglia. Nel caso in cui si scelga un impianto di questo tipo, occorre avere degli accorgimenti come, ad esempio, quello di sostituire alcuni apparecchi a gas con quelli elettrici, in modo da aumentare la quota di autoconsumo e ottimizzare l’uso dell’impianto. In questo modo, infatti, si alimentano i consumi di casa con l’elettricità che proviene dall’impianto stesso.

Il costo di un impianto fotovoltaico da 6 kW dipende da:

  • moduli fotovoltaici;
  • inverter;
  • costo dei lavori per la realizzazione;
  • detrazioni fiscali applicabili.

Per fare un calcolo approssimativo dei prezzi, diciamo che i costi si aggirano sui 2000€ circa per kilowatt ai quali vanno aggiunti i costi per gli accessori utili a far funzionare l’impianto, la domanda al gestore per connettere l’impianto alla rete elettrica arrivando, quindi, a circa 14000€. Va detto, però, che il costo del fotovoltaico funziona come investimento che ritorna sui consumi di casa negli anni. Inoltre, si può usufruire di una detrazione fiscale del 50% sull’intero costo dell’impianto, fino a un massimo di 96000€.

La detrazione è stata prorogata fino al 31 dicembre 2021, e consiste nella riduzione dell’imposta Irpef nei 10 anni successivi all’installazione, con una divisione in 10 rate di uguale importo. Ad esempio, se spendiamo 10000€ per l’impianto, per i successivi 10 anni avremo un’entrata di 500€ all’anno, come rimborso del 50% della spesa effettuata.

Cos’è un impianto fotovoltaico?

Prima di addentrarci ulteriormente nella classificazione, nelle tipologie e nel costo di un impianto fotovoltaico da 6 kW, chiariamo, innanzitutto, cos'è il fotovoltaico. Un impianto fotovoltaico è un impianto che converte le radiazioni solari in energia elettrica, sfruttando, appunto, l’effetto fotovoltaico. Un kit fotovoltaico è costituito da:

  • pannelli fotovoltaici
  • inverter, gruppi che convertono la corrente continua in corrente alternata, permettendone l’uso in un’abitazione. Gli inverter possono essere monofase, destinati agli usi civili o trifase, adatti soprattutto per gli usi industriali;
  • contatore, che misura l’energia prodotta. Di solito, il contatore è bidirezionale e, quindi, è collegato sia all’impianto elettrico dell’abitazione che alla rete elettrica nazionale per fare in modo che si consumi direttamente l’energia autoprodotta e, allo stesso tempo, quando eccede, la si immetta in rete. Un altro metodo utilizzato è quello consistente nell'installazione di un pacco batterie per l’accumulo dell’energia prodotta, che può essere utilizzata successivamente;
  • componenti elettriche per proteggere e isolare l’impianto.

Che tipo di contatore installare con un pannello fotovoltaico? Solitamente il contatore per un'abitazione standard deve avere una potenza di 3kW o 4.5 kW, ma in caso di abitazioni molto grandi con un fabbisogno energetico maggiore il contatore può arrivare ad un potenza anche di 10 kW passando per i 6 kW

Impianto fotovoltaico da 6 kW: quale tipologia scegliere?

Il costo di un impianto fotovoltaico da 6 kW dipende anche dalla tipologia di impianto che si sceglie. Cerchiamo di capire le caratteristiche di ogni tipologia.

pannelli fotovoltaici
  1. Impianto fotovoltaico grid connected: è connesso alla rete nazionale e ha uno scambio energetico bidirezionale, con immissione dell’energia in eccesso nella rete elettrica nazionale.
  2. Impianto fotovoltaico stand alone o a isola: ideale per chi trascorre molte ore fuori casa e concentra i consumi durante la sera e la notte. È un impianto fotovoltaico con accumulo, che permette di ottimizzare l’autoconsumo e la produzione dell’impianto, sfruttando anche di notte l’energia accumulata durante il giorno, grazie alla conservazione in batterie di accumulo. Il costo di un impianto fotovoltaico da 6 kW con accumulo può variare in base a vari fattori, ma permette di applicare un servizio di scambio sul posto, che fa in modo di compensare l’energia che produciamo durante il giorno senza consumarla, evitando che finisca sulla rete nazionale.
  3. Impianto fotovoltaico con pompa di calore: sfrutta le fonti naturali per riscaldare e rinfrescare e consuma meno energia di quanta ne restituisca. Gli impianti moderni restituiscono, in media 5 kWh di calore all’interno delle abitazioni, per ogni kWh che consumano per generare calore.
  4. Impianto storage con accumulo di energia elettrica collegato alla rete elettrica nazionale: fa in modo che l’energia non consumata finisca all’interno di batterie di accumulo e possa essere utilizzata in autoconsumo durante la sera. Questa tipologia di impianto permette, inoltre, di destinare l’energia non utilizzata alla rete elettrica nazionale. In questo caso, si ha un doppio contatore con doppia tariffa.
  5. Impianto storage con accumulo di energia elettrica anti-blackout: permette il funzionamento del sistema di storage anche in caso di blackout elettrico, perché si autoalimenta. Mantiene in attività tutto il sistema elettrico fino all’esaurimento della carica accumulata.

Qual è il costo di un impianto fotovoltaico da 6 kW Chiavi in Mano?

Oggigiorno, i costi degli impianti fotovoltaici sono diminuiti rispetto a qualche anno fa. Di anno in anno, infatti, si notano cambiamenti, al punto che risulta che negli ultimi 10 anni i prezzi siano diminuiti di oltre due terzi, soprattutto a causa della forte concorrenza sul mercato.
Certo, occorre fare un’attenta valutazione e un calcolo tra il costo d’installazione di un impianto fotovoltaico da 6 kW e il mantenimento. Il fotovoltaico ha, come abbiamo detto, numerosi vantaggi, ma non è possibile stabilire una tariffa fissa. I costi variano in base alle esigenze di ogni abitazione ma è fondamentale, per risparmiare, scegliere un impianto dimensionato correttamente rispetto ai consumi.

Per valutare il costo medio di un impianto fotovoltaico da 6 kW e sapere quanto ti verrebbe a costare installare un impianto fotovoltaico a casa tua richiedi un preventivo gratuito

Aggiornato il