Costi Fissi Contatore Enel 6 kW: come si calcolano?

voltura subentro

Sai già come gestire le pratiche luce e gas?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo noi una mano! Servizio gratuito.
(lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

contatore 6 kW

Hai una casa grande con tanti elettrodomestici e ti serve un contatore più potente dei classici contatori domestici da 3 kW? Potresti installare un contatore Enel da 6 kW oppure aumentare la potenza di quello che hai già. Ecco quali sono i costi fissi di un contatore Enel trifase da 6kW. 


La potenza del contatore è la misura massima di energia che può essere prelevata dalla rete elettrica in un dato momento e si misura in chilowatt (kW). Quando parliamo di potenza del contatore intendiamo la potenza impegnata, che è quella indicata in bolletta e si può facilmente leggere nella prima o seconda pagina accanto alla Tipologia di Contratto e ai Dati di Fornitura. La potenza disponibile, almeno per i contatori fino a 15 kW, è pari al 10% in più di quella impegnata; ciò significa che chi sceglie di installare un contatore da 6 kW avrà una potenza disponibile leggermente superiore, pari a 6,6 kW.

Passaggio a 10 kWSe anche 6 kW non ti bastano puoi aumentare la potenza del contatore fino a 10 kWIn questo articolo ti spieghiamo come fare e quanto costa.

Contatore Enel, che potenza scegliere? 

I contatori della luce più diffusi sono quelli Enel, o meglio E-distribuzione (ex Enel Distribuzione) la società del Gruppo Enel che si occupa del trasporto e della consegna al cliente finale dell'energia elettrica. Se stai attivando le utenze per la prima volta in una casa sprovvista di contatore dovrai fare un allaccio e scegliere che contatore installare; se invece il contatore è già installato puoi comunque richiedere un aumento di potenza in qualsiasi momento. La riforma delle tariffe del 2017 ha introdotto una novità in questo campo: se prima i clienti domestici potevano scegliere solo blocchi fissi di potenza (1,5 - 3 - 4,5 o 6 kW), adesso la potenza del contatore può essere scelta liberamente partendo da 0,5 kW con scatti di 0,5 fino a 6 kW e di 1 dopo i 6 kW.  

Tutto sul contatore! Come è fatto un contatore della luce? Come leggere il display e fare l'autolettura? Dove trovo il codice POD e il numero cliente? Scopri tutto quello che devi sapere sui simboli del contatore Enel

La maggior parte delle utenze domestiche utilizzano contatori di 3 kW di potenza, che sono consigliati per appartamenti di 100 mq abitati da 4 persone; un contatore da 4,5 kW è consigliato per case di circa 120 mq abitate da almeno 4 persone; per abitazioni più grandi e dotate di elettrodomestici energivori (condizionatore, piastre ad induzione, etc.) il contatore da 6 kW può essere una buona soluzione.

I costi fissi del contatore da 6 kW

I costi fissi della bolletta della luce cambiano in base alla potenza del contatore che installo. La tariffa obbligatoria per il servizio di distribuzione è suddivisa in 3 componenti: quota fissa, quota potenza e quota energia; le prime due voci dipendono dalla potenza impegnata del contatore. Ecco come variano gli importi al variare dei kW del contatore installato. 

Componenti delle tariffe obbligatorie per il servizio di distribuzione
Potenza Contatore Quota Fissa
(€/punto di prelievo/anno)
Quota Potenza
(€/kW/anno)
Quota Energia
(centesimi di €/kWh)
fino a 1,5 kW 4,63 29,95 0,061
da 1,5 kW a 3 kW 4,63 27,20 0,061
da 3 kW a 6kW 4,63 30,80 0,061
da 6 kW a 10 kW 5,09 30,80 0,061
da 10 kW a 16,5 kW 5,09 30,80 0,061

Chi ha consumi di energia molto alti (superiori o uguali a 6 kW), può scegliere di installare un contatore trifase, per evitare che ci siano degli squilibri nella rete. I costi fissi di un contatore trifase o monofase non cambiano, in quanto dipendono dalla tipologia di utenza e dalla potenza impegnata; l'impianto trifase ha però dei costi di realizzazione maggiori rispetto ad uno monofase.

Come richiedere un contatore Enel di potenza 6 kW

Se stai installando per la prima volta il contatore in una nuova abitazione, puoi richiedere un nuovo allaccio luce ad Enel rivolgendoti al fornitore (che si occuperà anche di attivare le utenze con un contratto di fornitura) oppure al distributore (che provvederà solo ad installare il contatore). La prima soluzione è la più semplice: in circa 20 giorni ti consente di avere una fornitura di luce attiva al domicilio che hai richiesto. 

Se hai già un contatore Enel e decidi di aumentare la potenza a 6kW puoi inviare la richiesta accedendo all'Area Riservata, contattando il Servizio Clienti o ancora recandoti presso uno degli sportelli. 

  • Contatti Enel
  • Numero nuovi clienti: 02.829.415.99
  • Numero verde mercato libero (Enel Energia): 800.900.860
  • Numero verde mercato tutelato (Servizio Elettrico Nazionale): 800.900.800
  • Uffici Enel: scopri dove si trovano qui
  • Area Clienti Enel: My Enel

Quanto costa aumentare la potenza del contatore Enel?

Se hai già un contatore Enel installato e funzionante, ma ti accorgi che la potenza impegnata non basta più, puoi richiedere l'aumento e passare a 6 kW in ogni momento. Ti basterà contattare Enel per ricevere un preventivo di spesa che comprenderà alcuni costi relativi alla distribuzione e altri che dipendono dal contratto di fornitura in essere. Dal 1 aprile 2017 al 31 dicembre 2023, il cambio di potenza nel mercato tutelato costa meno, grazie alla riforma dell'autorità per l'energia (ARERA). 

  • contributo amministrativo al distributore: 0 euro (anziché 26,48 euro)
  • contributo fisso al venditore: 23 euro
  • contributo per ogni kW di potenza aggiuntiva: 55,66 euro (sconto del 20% sulla tariffa di 70,41 euro per passaggi fino a 6kW); gratuito per diminuzioni di potenza. 
Aggiornato il