elenco fornitori energia elettrica e gas
lista fornitori luce e gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

elenco fornitori energia elettrica e gas
lista fornitori luce e gas

Info attivazioni luce e gas (subentro, allaccio o voltura?)

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Come inviare i reclami a Servizio Elettrico Nazionale

servizio elettrico nazionale reclami

Problemi con il tuo fornitore luce? Scopri come, quando e perché inviare un reclamo. In questo articolo ti spieghiamo procedura e contatti per inviare i reclami a Servizio Elettrico Nazionale.


Sei cliente di Servizio Elettrico Nazionale e hai dei problemi con la fornitura luce? Scopri a chi rivolgerti, quando è il caso di inviare un reclamo e come fare. Ecco una guida a moduli, contatti e procedura per inviare i reclami a Servizio Elettrico Nazionale. 

Quando inviare un reclamo? 

Problemi con il tuo fornitore luce? I motivi di controversie quando si parla di luce e gas sono tanti e prima di arrivare ad intentare una causa con il fornitore si percorrono diverse strade che vanno dalla richiesta di rettifica, alla lettera di reclamo e infine alla richiesta di conciliazione. I motivi principali di controversie con il fornitore sono i seguenti: 

  • Contratto: controversie riguardanti la stipula, i costi, il recesso e le modifiche unilaterali dei contratti di voltura e subentro
  • Morosità e sospensione: controversie riguardanti la sospensione, cessazione e riattivazione della fornitura per morosità o il corrispettivo cmor
  • Mercato: controversie riguardanti cambio venditore, contratti non richiesti, condizioni economiche dei nuovi contratti, bollette ricevute da più venditori
  • Fatturazione: controversie riguardanti le bollette, quali la periodicità di fatturazione e gli importi fatturati, i pagamenti e i rimborsi, ricalcoli, uso dell’autolettura, consumi stimati errati, importi per consumi risalenti a più di due anni
  • Misura: controversie riguardanti la misurazione dei consumi, quali la verifica di funzionamento ed eventuale sostituzione del contatore, la ricostruzione consumi e la mancata rilevazione delle letture
  • Connessione, lavori e qualità tecnica: controversie riguardanti i danni derivati da interruzione di corrente, modifiche di tensione, sicurezza, oppure tempi e costi dei preventivi, attivazioni e spostamenti
  • Bonus sociale: controversie riguardanti la validazione, l'erogazione e la cessazione del bonus sociale
  • Qualità commerciale: controversie riguardanti il servizio clienti, il call center, gli sportelli e gli indennizzi del venditore e distributore

La prima cosa da fare è contattare il Servizio Clienti per segnalare il disservizio, se con questa modalità non si riesce a risolvere il problema allora è necessario inviare una lettera di reclamo. Il fornitore ha tempo 40 giorni per rispondere, superati i quali è bene rivolgersi al Servizio di Conciliazione, uno strumento ADR (Alternative Dispute Resolution) previsto dalla legge per trovare soluzioni senza ricorrere al giudice. 

Come utilizzare il servizio di Conciliazione A partire dall'1 gennaio 2017, il cliente che non è soddisfatto della gestione del suo reclamo (o che non ha ricevuto risposta nei tempi indicati), prima di ricorrere al giudice ordinario dovrà necessariamente ricorrere ad uno strumento di ADR: il Servizio Conciliazione e la Negoziazione Paritetica sono attivabili gratuitamente dal cliente e Servizio Elettrico Nazionale ha l'obbligo di prendervi parte. L'elenco degli organismi ADR è consultabile sul sito dell'Autorità per l'Energia alla pagina www.arera.it/it/consumatori/conciliazione.htm

Modulo reclami di Servizio Elettrico nazionale

modulo reclami

Il reclamo va inviato in forma scritta, compilando un apposito modulo pdf scaricabile dal sito web del fornitore. Servizio Elettrico Nazionale, come tutti gli altri fornitore di luce e gas, mette a disposizione nella sezione "modulistica" del suo sito web una serie di pdf che i clienti possono scaricare e compilare. Utilizzare il modulo reclami è più semplice, ma non obbligatorio; se scegli un'altra forma dovrai ricordati di includere le seguenti informazioni: 

  • nome e cognome
  • indirizzo della fornitura
  • indirizzo di recapito o di posta elettronica su cui ricevere comunicazioni
  • codice POD oppure numero cliente 
  • breve descrizione del motivo del reclamo
  • autolettura e data (se il reclamo riguarda gli importi fatturati)

Modulo Reclami: scarica il PDF  Scarica il pdf del Modulo Reclami di Servizio Elettrico Nazionale

A chi inviare i reclami: contatti di Servizio Elettrico Nazionale

Scarica, compila e scansiona il modulo reclami; puoi scegliere tra diverse modalità di invio e se utilizzi il pdf scaricabile dal sito di Servizio Elettrico Nazionale troverai al suo interno le indicazioni. Ricorda che puoi farlo anche on line.  

  • Come inviare un reclamo a Servizio Elettrico Nazionale
  • Via web: compilando i dati e caricando il file nell'apposita pagina
  • Via mail: inviando una mail a [email protected]
  • Per posta: scrivendo a Servizio Elettrico Nazionale, Casella Postale 1100 – 85100 Potenza. 

Prima di inviare un reclamo è sempre consigliabile contattare il Servizio Clienti di Servizio Elettrico Nazionale al numero verde 800.900.800 (da rete fissa) e 199.50.50.55 (da cellulare). Tra i canali di contatto di Servizio Elettrico Nazionale c'è anche la posta elettronica certificata (PEC): [email protected] 

Compila on line! Inviare un reclamo a Servizio Elettrico Nazionale è ancora più semplice se utilizzi l'Area Clienti: registrati ed accedi all'Area Riservata, potrai compilare il modulo reclami direttamente on line ed inviarlo in modo semplice e veloce. Per i non udenti è disponibile il servizio dedicato accessibile tramite App Pedius.

Aggiornato il