Risarcimento Danni Enel

voltura subentro

Sto traslocando: come attivo i contatori a mio nome?

Voltura, allaccio, attivazione: ti diamo una mano! (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

attivazione contatore

Sto traslocando: come attivo i contatori a mio nome?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.

risarcimento danni enel

Se devi richiedere un rimborso per danni a Enel a seguito di un blackout o di un problema sulla rete, scopri qui cosa bisogna fare e come procedere.


Un risarcimento danni a Enel Energia può essere fatto per diversi motivi. Quelli più comuni e diffusi, sono dovuti a improvvisi blackout o abbassamenti di corrente che portano, spesso, al danneggiamento di apparecchiature elettroniche. Per la tutela del cliente finale è possibile, per legge, chiedere un rimborso al fornitore (chiaramente non per entrambe le utenze di luce e gas, ma solo per la prima). In questa guida troverai tutte le informazioni a riguardo.

Indennizzo Enel o E-distribuzione?

Prima di tutto, devi sapere che l'indennizzo può essere richiesto anche al distributore locale, ad esempio ad E-distribuzione. Il distributore locale è la società che gestisce i contatori e, spesso, può essere un problema di quest'ultimo piuttosto che del fornitore. Quindi bisogna prima di tutto capire di chi è la responsabilità di un eventuale blackout.

La maggior parte delle volte, la responsabilità è dunque del distributore locale che gestisce la rete in bassa tensione. Puoi, però, sempre inviare un reclamo al tuo fornitore che provvederà a contattare la società di distribuzione. Oppure puoi farlo contattando direttamente il distributore della tua zona ed evitare ulteriori perdite di tempo. 

Modulo Risarcimento Danni Enel 2020

Contatti Enel

Il modulo di risarcimento danni non è scaricabile ma è compilabile direttamente sul sito di E-distribuzione (lo trovi qui). Dovrai prima accedere all'area riservata e poi potrai inoltrare direttamente da lì il tuo reclamo e la tua richiesta di rimborso. Come assicurato dall'Autorità, in base al disservizio che hai subito, avrai diritto a un rimborso che può variare in base a diversi fattori tra cui la potenza impegnata:

  • 30€ per clienti con potenza impegnata non superiore a 6 kW (che aumentano di 15€ ogni 4 ore fino a un massimo di 300€)
  • 150€ per clienti con potenza tra 6 kW e 100 kW (che aumentano di 75€ ogni 4 ore fino a un massimo di 1000€).
  • In caso di blackout e successivi disagi per maltempo, è l'Autorità a decidere su rimborsi da accreditare direttamente in bolletta al cliente.

Risarcimento Danni Enel o E-distribuzione e Ripristino Corrente: Tempistiche

I tempi per ricevere un rimborso o risarcimento da Enel, ma in realtà dalla società di distribuzione ossia E-distribuzione, sono diversi in base al comune nel quale vivi, dal numero di abitanti e da che tipo di cliente sei. Vediamo nel dettaglio nel grafico che segue entro quanto hai diritto a un ripristino di corrente:

Cliente domestico in bassa tensione:

  • 8 ore per i comuni con più di 50.000 abitanti
  • 12 ore per i comuni con meno di 50.000 abitanti

Clienti in media tensione:

  • 4 ore per i comuni con più di 50.000 abitanti
  • 6 ore per i comuni con meno di 50.000 abitanti

Quali Sono i Danni in Seguito a un Blackout?

In seguito a un blackout possono verificarsi spiacevoli episodi che vanno a danneggiare gli elettrodomestici, e tutti gli apparecchi attaccati ad un alimentatore di corrente, nella tua casa, negozio o azienda. Molti dispositivi tendono inevitabilmente a subire dei danni se gli sbalzi di corrente si verificano più spesso durante una giornata. A volte, però, capita che anche un solo abbassamento di tensione porti al danneggiamento irreversibile di un oggetto. Le accortezze da prendere in questi casi sono diverse e non sono da sottovalutare. Ad esempio, quando c'è maltempo e la corrente va' e viene bisogna:

  • Staccare tutte le prese di corrente ove possibile
  • Spegnere gli interruttori delle "ciabatte" 
  • Evitare di far lavorare elettrodomestici (ad esempio lavatrici, lavastoviglie, frullatori etc)
  • Non lasciare troppe luci accese in casa

Con questi piccoli gesti puoi salvare i tuoi apparecchi elettronici, soprattutto quando ti rendi conto che la corrente tende ad andare via con più ricorrenza. 

Aggiornato il