Differenza tra bolletta della luce per residenti e non residenti

migliore offerta luce

Ti va di risparmiare?

Abbassa la bolletta dell'energia elettrica e risparmia fino a 658 € annui! (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19).

abbassare la bolletta

Ti va di risparmiare in bolletta luce?

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.

tariffe residente e non residente luce

Sapevi che le tariffe della luce cambiano per residenti e non residenti? Scopri quali sono le voci di spesa della bolletta della luce che dipendono dalla tipologia del cliente, come fare per dichiarare la residenza al tuo fornitore e cosa indicare nelle bollette della seconda casa.


Cosa significa Tariffa Residenti

La Bolletta della luce 2.0 introdotta a gennaio 2016 da ARERA (Autorità per l'Energia) per semplificare la lettura ai clienti, ha una struttura fissa per tutti i fornitori: la prima pagina sintetizza tutte le informazioni più importanti, tra cui i "dati di fornitura" che riportano la tipologia cliente. Questa può essere di due tipi: domestico o non domestico (che comprende le aziende, gli imprenditori e tutti gli altri clienti diversi dalle abitazioni). I clienti domestici a loro volta vengono suddivisi in: 

  1. Domestico Residente
  2. Domestico Non Residente

Se hai la residenza nella casa in cui attivi la fornitura, ti verrà applicata la tariffa residente. Questa informazione viene richiesta alla sottoscrizione di ogni nuovo contratto di fornitura, ma può essere modificata in ogni momento.

Attenzione Così come la residenza è una, allo stesso modo non si può avere più di un contratto di fornitura luce intestato come residente. 

Quali sono le differenze tra tariffe residenti e non residenti 

Le offerte luce e gas sono suddivise in due categorie: Casa e Business. Le offerte rivolte alla Casa sono per clienti privati, quindi domestici; le offerte Business sono per le piccole, medie, grandi imprese e quindi per tutti coloro che utilizzano l'energia a scopi professionali, quindi non domestici. La distinzione tra tariffe residenti e non residenti esiste solo per i clienti domestici e anche se le offerte domestiche sono rivolte a entrambe le tipologie di clienti (sia residenti che non residenti), le tariffe applicate potrebbero non essere le stesse. Le principali differenze riguardano: 

  • Oneri di sistema: una delle voci di spesa della bolletta, uguale per tutti i fornitori e finalizzata a coprire i costi riguardanti le attività del sistema elettrico, composta da una quota fissa e una variabile. Ai clienti domestici residenti non è applicata la quota fissa degli oneri di sistema.
  • Canone Rai: dal 2016 il canone della televisione di stato è diventato una voce di costo della bolletta della luce, che si applica automaticamente ai residenti. I clienti domestici non residenti non sono tenuti al pagamento del canone Rai nella bolletta.

Esenzione Canone RAI Sei residente ma non hai la televisione in casa? Oppure non sei residente, ma ti hanno erroneamente addebitato il canone nella bolletta della luce? In questa guida ti spieghiamo come effettuare la domanda di Esenzione dal Canone RAI.

Cosa è successo nell'ultimo anno?

A fronte degli aumenti record del costo dell'energia, il Governo ha messo in campo misure di contenimento della spesa per aiutare le famiglie a sostenere i rincari. Senza aiuti infatti il 2022 sarebbe iniziato con aumento del 65% della bolletta dell'elettricità (anziché del 55%) e del 59,2% di quella del gas (anziché del 41,8%). Tra le misure adottate ci sono bonus sociali e tagli ad alcune voci di spesa: a luglio 2021 è iniziata una graduale riduzione degli oneri di sistema, finalizzata ad azzerare completamente questa voce di spesa per tutti i clienti. Dal 1° ottobre 2021 quindi l'unica differenza nella bolletta per clienti domestici residenti e non è la presenza (o no) del canone RAI. 

Oneri di sistema per residenti e non residenti
  Quota energia Residenti   Quota fissa Residenti Quota energia Non Residenti  Quota fissa Non Residenti

I trimestre 2021

0,041776 €/kWh - 0,041776 €/kWh 123,660 €/anno
II trimestre 2021 0,041776 €/kWh - 0,041776 €/kWh 123,660 €/anno
III trimestre 2021 0,024393 €/kWh - 0,024393 €/kWh 72,8496 €/anno
IV trimestre 2021 0 €/kWh - 0 €/kWh 0 €/anno
I trimestre 2022 0 €/kWh - 0 €/kWh 0 €/anno

Condizioni economiche per i clienti del Servizio di maggior tutela, consultabili sul sito di ARERA

Come effettuare la dichiarazione di residenza

Al momento della sottoscrizione del contratto di fornitura luce ti vengono richieste diverse informazioni tra cui anche quella di topologia cliente; dovrai dichiarare se sei residente o non residente, ma come già accennato questa informazione può essere cambiata in ogni momento. Ovviamente la modifica comporterà anche eventuale cambio della tariffa e applicazione (o rimozione) della voce di spesa del Canone RAI. Se stai cambiando residenza, ma mantieni attive le utenze nella vecchia abitazione che diventa quindi seconda casa, dovrai inviare una comunicazione di variazione residenza al tuo fornitore. 

Aggiornato il

Leggi le Ultime Guide al Confronto Offerte