italia

Primato negativo per l’Italia che, nella particolare classifica europea, si ritrova in vetta come il paese con i costi più alti per la bolletta della luce.

Costo bolletta luce in Italia: al primo posto come paese con le utenze più care d’Europa. A farne maggiormente le spese sono piccole e medie imprese.

Sommario:

Perché paghiamo di più rispetto al resto d’Europa?

mappa europaI costi delle bollette della luce in Italia sono più alti rispetto alla media europea. Primato di cui, ovviamente, l’Italia non può andare fiera. Di riflesso, anche gli italiani non saranno felici di questo risultato. Proprio perché vittime dirette di tale classificazione.

Cerchiamo, però, di capire perché in Italia il costo della bolletta luce è più alto che in altri paesi del continente.

Il problema principale, come è facilmente deducibile, è quello legato alle tasse. Accise (imposta che grava sulla quantità del prodotto e dunque differente dall’IVA che fa riferimento al valore) e imposte sull’energia più in generale sono molto elevati, la prima imposta è infatti al 39% rispetto al 38% della media del resto del continente europeo (parliamo qui di paesi appartenenti all’Eurozona).

Inoltre l’Eurostat attesta che in Italia le cifre delle tasse sono alte a causa anche degli elevati oneri di sistema, dove vengono addebitati i costi per gli incentivi per le energie rinnovabili, per la messa in sicurezza delle centrali nucleari  e addirittura per le ferrovie dello Stato.

Piccole e medie imprese a farne le spese maggiori

imprese piccoleLe piccole e medie imprese sono quelle che più di tutti soffrono tale situazione. Le percentuali vedono le spese per questo tipo di imprese decisamente più elevate rispetto a quelle di grandi dimensioni.

Infatti, stando ai dati riportati dalla CGIA Mestre (Associazione Artigiani e Piccole Imprese), la differenza non è solo con le altre imprese di pari dimensioni europee, ma anche con quelle italiane ma più grandi.

Le piccole imprese devono sopportare un costo annuo di 155,6 euro, in media, ogni 1.000 Kw/ora con un consumo che spazia tra i 500 e i 2.000 Mw/ora. Le grandi, invece, hanno un costo annuo di 95,6 euro ogni 1.000 Kw/ora a fronte di un consumo medio compreso tra i 70.000 e 150.000 Mw/ora. In parole semplici, il 62,8% in meno rispetto alle piccole.

Costo bolletta: Milano la città più cara

duomo milanoLe rilevazioni settimanali “Smart Building” di Energy&Strategy (E&S) Group del Politecnico di Milano, indicano come il capoluogo lombardo resti in testa alla classifica delle città in cui i costi delle utenze elettriche sono le più elevate.

Il motivo principale è dovuto ai consumi di energia termica per il riscaldamento degli ambienti.

Il costo medio della bolletta su base settimanale si aggira attorno ai 33 euro. Dato che differisce dai 31 euro di Roma e, in maniera ancor più marcata, dai 25 euro settimanali di Palermo.

Meglio per i costi del gas: Italia dietro a Olanda e Portogallo

centrale gasPer quel che riguarda, invece, i costi relativi alle utenze del gas, l’Italia può “sorridere” se si fa il confronto con la bolletta della luce. Infatti per quest’altro tipo di spesa la media europea vede la nostra penisola dietro a Olanda e Portogallo in cui le bollette del gas sono le più care.

Come nel caso dell’energia elettrica, anche per il gas c’è però una differenza tra piccole o medie imprese e grandi imprese. Il risparmio dipende dalla fascia in cui si opera. Più alta è la fascia di consumi di metri cubi (mc) in cui si opera più saranno contenute le spese. Dunque per una piccola azienda è più difficile entrare in fasce elevate come le grandi imprese.

Al netto di tutto ciò, per concludere, va detto che molto probabilmente si andrà verso un aumento ulteriore dei prezzi, della luce in particolare, con l’avvento del 2019 in cui sparirà il mercato tutelato.

 

Costo bolletta luce: l’Italia la più cara d’Europa ultima modifica: 2018-03-12T09:04:57+00:00 da Bolletta Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.