luce casa

Cambiamenti importanti si prospettano all’orizzonte per quanto riguarda le bollette dell’energia elettrica. Dal mese di marzo 2018, infatti, spariranno definitivamente i super conguagli di 5 anni. A sostituirli ci saranno adesso quelli più lievi di 24 mesi.

Si passa perciò da 5 a 2 anni, in modo che il carico di spesa per l’utente non sia più così pesante. Ma vediamo nel dettaglio i cambiamenti:

Prescrizione entro 2 anni

Piccole famiglie e imprese possono, dal 1 marzo 2018, dormire sogni più tranquilli almeno per quel che riguarda le spiacevoli sorprese che spesso si presentano in bolletta luce. Questo è il caso dei conguagli che tutti noi, una volta nella vita, abbiamo dovuto affrontare. La vista di una spesa simile è spesso causa di problemi per gli utenti che si ritrovano a dover pagare cifre astronomiche, non di rado, per colpe non proprie.

Per questo motivo è previsto nella legge di bilancio 2018 una modifica importante.

mani risparmio euro

La prescrizione della bolletta della luce passa dai 5 anni,stabiliti in passato, ai 2 attuali. Ricordiamo che ciò avverrà a partire dal 1 marzo del 2018. In parole semplici, le aziende in questione avranno 2 anni di tempo per verificare sia se i propri clienti sono in regola con i pagamenti, sia l’effettivo consumo rilevato dai contatori elettrici. Altrimenti ci sarà la prescrizione.

In questo regime rientrano, ovviamente, tutte le bollette della luce che hanno una scadenza successiva al mese di marzo.

Delibera dell’ARERA

La delibera dell’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti Ambiente), che ricordiamo ha il compito di favorire lo sviluppo di mercati concorrenziali dell’energia elettrica, del gas naturale e dell’acqua potabile, attraverso la regolazione delle tariffe e la tutela degli utenti finali, prevede poi altre fattispecie che vanno a favore dell’utente:

  • Nell’evenienza in cui l’operatore, avendo già a disposizione le varie letture per l’utente, non invii il conguaglio per tempo, o non lo invii affatto, al cliente stesso.

Citando testualmente l’Autorità, nel caso in cui i consumi si riferiscano a un periodo superiore ai due anni, “il cliente è legittimato a sospendere il pagamento, previo reclamo al venditore e qualora l’Antitrust (Agcm) abbia aperto un procedimento nei confronti di quest’ultimo, e avrà inoltre diritto a ricevere il rimborso dei pagamenti effettuati qualora il procedimento Agcm si concluda con l’accertamento di una violazione”.

Inoltre, a tale delibera, si accompagna anche un progetto importante spiegato in una procedura che prevede, entro la fine del 2018, l’introduzione di altre novità mirate alla maggiore, e ulteriore, tutela del consumatore. L’idea di Arera è quella di:

  1. evidenziare in bolletta importi considerati, o considerabili, prescritti;
  2. definire in modo chiaro quando la mancata lettura di un contatore sia da attribuire al consumatore o all’operatore, in modo da poter arrivare a una prescrizione automatica.

Infine le società operatrici hanno il dovere di informare i propri clienti che c’è la possibilità di sollevare definitivamente la questione prescrizione contestualmente all’emissione della fattura e che comunque ciò debba essere fatto con un preavviso di 10 giorni rispetto ai termini previsti dalla scadenza di pagamento, in pratica entro 45 giorni dall’ultimo giorno giorno fatturato.

Non solo luce: gas e acqua i prossimi obiettivi

acqua potabileTutelare i clienti fruitori di energia elettrica non è l’unico obiettivo fissato da Arera. L’intenzione sarà quella di allargare le nuove regole anche alle altre utenze, cioè quelle relative al gas e all’acqua. Anche se per le ultime due, i tempi saranno lievemente più lunghi.

Per le bollette del gas ci vorrà un anno di tempo affinché ciò entri in vigore. Per quanto riguarda invece le bollette dell’acqua il tempo previsto sarà di due anni.

Insomma molti cambiamenti all’orizzonte, per una volta, decisamente positivi per i consumatori. Se invece le spese sulla luce dovessero continuare a turbarvi, potreste consolarvi leggendo dei positivi aforismi sul mondo dell’energia, più che ottimi per tirarsi su di morale.

Addio super conguagli luce: cosa cambia nella bolletta ultima modifica: 2018-03-02T11:51:55+00:00 da Bolletta Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.