contratto fornitura

Hai bisogno di recedere il contratto di fornitura e non sai come fare? Nessun problema. Nel seguente articolo verrai guidato alla soluzione del problema.

Recesso contratto fornitura: ecco tutti i passaggi da seguire per cancellare un contratto che ci lega a un fornitore. Incluse le differenze tra cambio e chiusura dello stesso contratto.

Sommario:

Come fare per recedere un contratto di fornitura?

cancellare contrattoQuando si trasloca, solitamente, uno dei tanti problemi da risolvere prima di lasciare la casa per andare andare in un’altra, è quello relativo alle utenze di fornitura di luce e gas.

Non recedere o cancellare un contratto, infatti, può essere la causa dell’arrivo di bollette luce o gas riguardanti la casa lasciata, nonostante non si viva più lì.

I procedimenti da eseguire per evitare ciò non sono complicati e il nostro obiettivo è fare chiarezza proprio su quest’ultimi.

La cosa fondamentale anzi, le cose fondamentali da fare affinché ciò avvenga sono principalmente due: contattare il proprio fornitore e fissare un appuntamento.

Il fornitore dovrà, per forza di cose, venire a casa vostra dopo aver fissato l’appuntamento. Ciò è necessario perché il recesso o comunque la cessazione di un contratto di fornitura prevede una procedura standard con una visita a casa propria di un tecnico mandato dal fornitore. Per accorciare i tempi, l’ideale sarebbe contattare il fornitore con alcuni dati alla mano, in modo che i tempi delle pratiche siano molto più brevi.

RECESSO FORNITURA GAS: per il gas risulta differente in quanto bisognerà contattare il distributore che manderà a casa vostra un tecnico. Il suo compito sarà quello di apporre i sigilli al contatore. Anche per quel che riguarda il gas vale lo stesso discorso dell’energia elettrica: preparare preventivamente i propri dati e quelli del proprio contratto.

Chiudere il contratto o cambiare fornitore: le differenze

cambiare fornitoreChiudere il contratto e cambiare fornitore sono due cose ben distinte. Per chiudere definitivamente un contratto seguire i passaggi elencati e spiegati nel precedente paragrafo.

Ricordiamo, inoltre, che quando ci si trasferisce è bene contattare un fornitore per farsi allacciare prontamente l’utenza nella nuova casa in cui si andrà a vivere, in modo da avere luce e gas quando si entrerà nella nuova abitazione. Dunque prima di chiudere il contratto nella casa vecchia, è meglio iniziare le pratiche per l’attacco nella casa nuova.

Se si vuole cambiare semplicemente fornitore non c’è bisogno alcuno di chiudere il contratto in essere.

La cosa da fare è contattare il nuovo fornitore al quale ci si vuole affidare e in automatico vi dirà tutti i procedimenti da eseguire.

Dati e documenti da avere a portata di mano

documenti e dati necessariAffinché la vostra telefonata non sia vana o comunque per velocizzare i tempi, è bene che sappiate quali dati, documenti, etc, bisogna avere quando si contatta il fornitore per recedere il contratto.

Prima di tutto bisogna fornire i primi dati personali quali: carta d’identità, codice fiscale del titolare (intestatario) del contratto in questione.

In secondo luogo presentare il codice cliente che troverete sulla vostra bolletta.

Fondamentale anche il codice POD per l’utenza elettrica e il PDR per quella del gas. Tali codici sono una sorta di codici fiscali della vostra utenza. Sono unici e riconoscono la vostra utenza in modo univoco. Dunque fondamentale per tutte le operazioni relative all’utenza stessa. Vale ugualmente per il gas.

Comunicare i dati dell’autolettura fatta del proprio contatore, indicare l’indirizzo dove far recapitare la bolletta di conguaglio finale e il giorno in cui si desidera terminare orientativamente la fornitura, sono gli ultimi dati che bisogna avere al momento della comunicazione.

Una volta in possesso di tutto questo si può proseguire senza problemi all’annullamento del contratto e dunque della fornitura energetica.

Recesso contratto fornitura: come fare? ultima modifica: 2018-04-06T11:40:03+00:00 da Bolletta Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.