fasce consumo elettrico

Le fasce orarie di consumo dell’energia elettrica: cosa sono? Come scegliere la propria fascia oraria e risparmiare con i prezzi differenziati in bolletta? 

Fasce orarie F1, F2, F3: come risparmiare sui consumi di energia

Il costo della bolletta elettrica dipende da vari fattori tra i quali vi è la fascia oraria in cui si ha necessità di fruire della luce e degli elettrodomestici. Per cercare di risparmiare sulla bolletta è quindi raccomandabile conoscere dettagliatamente gli orari nei quali è più conveniente utilizzare l’energia e quelli nei quali se ne farà un maggiore uso. Sommario

L’ora determina i consumi?

consumo luce sera

In tal senso, è bene definire che è il momento della giornata in cui l’energia è prodotta a modificarne il costo: durante le ore di massimo utilizzo massivo della luce è infatti più dispendioso e insieme meno economico produrre energia. Questo determina come durante gli orari di normale ufficio e di operatività della maggior parte delle attività commerciali e lavorative la luce costi genericamente di più cosa che è, invece, il contrario nei weekend e nei fine settimana, durante i quali è prevista una minore domanda energetica e percui il consumo diventa più conveniente. 

Fascia monoraria, fascia bioraria, fascia multioraria: costi a seconda dell’orario

Come detto, il costo è quindi relativo all’orario in cui si sta utilizzando l’energia elettrica. In tal senso, la principale distinzione che si può fare è tra la fascia monoraria, in cui il costo dei consumi rimane indipendente dall’orario degli stessi, quella trioraria (o multioraria) in cui per ogni fascia oraria vi è un differente prezzo e infine la bioraria, che al suo interno ha una duplice divisione tra le fasce stabilita in parte dall’Autorità e in parte dal giorno e dall’orario di consumo.
Il tutto è organizzato in modo da favorire l’utente finale a selezionare la tariffa che maggiormente si adatta al proprio stile di vita, pensando al consumo dell’energia elettrica nel momento per lui più favorevole durante il giorno. Proprio per questo esiste oggi la possibilità di poter selezionare la tariffa più adeguata alle proprie esigenze. 

Cosa sono le fasce orarie

L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha stabilito delle fasce di consumo di energia: queste stabiliscono prezzi differenti a seconda dell’orario di fruizione della stessa.

In tal senso, gli orari dei consumi si dividono in:

  •         Fascia F1, ore di punta: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, escluse le festività nazionali;
  •         Fascia F2, ore intermedie: la mattina dalle 7 alle 8, dal lunedì al venerdì dalle 19 alle 23, il sabato dalle 7 alle 23, escluse le festività nazionali;
  •         Fascia F3, ore fuori punta: dal lunedì al sabato dalle 24 alle 7, dal lunedì al sabato dalle 23 alle 24, 24 ore al giorno le domeniche e i festivi;
  •         Fascia F23 (o F2+F3), tutti i giorni dalle 19 alle 8 incluse domeniche e festivi nonché tutte le ore relative alle fasce F2 e F3.

I contatori odierni sono realizzati in modo da poter associare un dato prezzo alla relativa fascia di consumo, a seconda del costo dell’energia elettrica in quel dato range orario. Allo stato attuale, molti fornitori hanno inoltre identificato le varie fasce orarie con dei colori il che, a seconda dell’operatore selezionato, consente di identificare con maggiore chiarezza i propri consumi in bolletta. Per esempio, Enel assegna alla fascia F1 il colore arancione e alla blu le F2 ed F3 mentre Edison – come in schema sotto – assegna il rosso alla F1, il giallo alla F2 e il verde alla F3. 

OrarioLunedì-VenerdìSabatoDomenica e festivi
7:00-8:00F2F2F3
8:00-19:00F1F2F3
19:00-23:00F2F2F3
23:00-7:00F3F3F3

Va specificato inoltre che le differenze tra le fasce sono particolarmente più notevoli nel mercato libero mentre rimangono più superficiali nel servizio di maggior tutela e, in tal senso, sarà interessante vedere cosa succederà con la fine del mercato tutelato (LINK).

Come risparmiare con le fasce orarie

risparmiare energia

Per poter risparmiare sulla bolletta dell’energia occorre definire perfettamente la propria routine quotidiana e poter, in relazione a questo, scegliere la migliore opzione possibile. Esistono infatti precise opportunità per poter tagliare sulle spese dei propri consumi ma, per farlo, bisogna aver ben presente quando si necessiterà maggiormente l’utilizzo dei propri elettrodomestici. Infatti, molto più importante che scegliere quella che apparentemente sembra la migliore offerta risulta essere, sicuramente, l’identificazione concreta di quelle che sono le proprie necessità.

Quale fascia oraria conviene di più?

Un’utenza basata sulla fascia monoraria permette di evitare particolari rialzi e sorprese spiacevoli in bolletta in quanto si ha la certezza di avere un consumo costante durante tutte le ore del giorno. È pertanto un tipo di utenza consigliata soprattutto a chi ha uno stile di vita più sedentario, passa gran parte del proprio tempo in ambienti domestici e ha quindi il medesimo bisogno di energia elettrica sia nel giorno che durante la notte.

Al contrario, in un nucleo familiare composto da lavoratori dipendenti con un regolare orario di ufficio da lunedì a venerdì è più vantaggioso scegliere una tariffa che permetta, stando in casa prevalentemente la sera e nei weekend, di spendere meno: in tal senso è chiaro che la fascia di consumo più vantaggiosa per tale nucleo è la F2, che permetterà a questa famiglia un sostanzioso risparmio sulla bolletta.

L’opzione multiorario, attivabile solo per i clienti del mercato libero possessori di un contatore elettrico è, invece, quella più indicata per i lavoratori nelle ore notturne, in quanto i consumi sono più vantaggiosi se sfruttati durante tali orari. È la fascia quindi con i costi più bassi in quanto, per varie ragioni, è la meno utilizzata.

Proprio alla base di tali ragionamenti si può quindi concludere che non esiste una fascia di consumo che, a livello generale, permetta di risparmiare di più ma si tratta di un discorso molto soggettivo che varia fortemente a seconda dei propri usi personali.

 

Fasce orarie F1, F2, F3: come risparmiare sui consumi di energia ultima modifica: 2018-03-06T09:17:45+00:00 da Bolletta Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.