come risparmiare luce

I segreti per risparmiare luce sia in estate che in inverno sono a portata di clic! Leggi qui per scoprire i metodi più efficaci.

Sommario:

Quali sono i metodi migliori per risparmiare luce?

spegnere luce per risparmiareLe domande che affollano spesso la mente di quegli utenti che a fine mese si ritrovano a dover fare i conti con una bolletta della luce salata sono moltissime: perché la bolletta è così cara? Come mai i consumi sono così alti? Come faccio a risparmiare energia elettrica? Esistono trucchi per risparmiare energia? Queste sono solo alcune delle domande alle quali proveremo a dare una risposta nelle prossime righe.

Innanzitutto diciamo che per risparmiare luce e, quindi, energia elettrica esistono tanti modi efficaci. Tutto sta nel farsi furbi e prestare attenzione a tante piccole cose che possono risultare determinanti sulla composizione del prezzo finale della bolletta energetica.

Tra i tanti esempi che potremmo qui riportare, cercheremo di fare una cernita e di indicarvi i principali modi che possono portarvi al risparmio di luce a fine mese. Chiaramente, quando parliamo di principali modi per risparmiare luce parliamo di quelli effettivamente più efficaci.

Elenchiamo di seguito vari metodi per risparmiare energia in casa:

  • Spegnere sempre le luci nelle stanze in cui non c’è nessuno (pigiare un interruttore è un gesto semplice che ti potrà permettere di pagare meno in bolletta)
  • Sapevi che le spie luminose (generalmente rosse) consumano energia? Un apparecchio in stand-by assorbe energia sempre e comunque. Se non è totalmente spento non smetterà di consumare energia elettrica!
  • Assicurati di avere elettrodomestici con una classe energetica elevata (più è alta la classe energetica del tuo elettrodomestico più sarà possibile spendere meno a fine mese in bolletta)
  • Illuminazione LED (cercare quanto più è possibile, di sostituire lampadine e luci in generale in casa con altre a LED. Ne gioverai sia in qualità di luce che di risparmio)
  • Occhio al condizionatore! Un condizionatore può consumare davvero tantissima energia, fatti furbo e accendilo solo quando estremamente necessario.
  • Passare al fotovoltaico o servirsi di energia verde rinnovabile è un investimento che si ripagherà da solo nel tempo.

È possibile risparmiare luce anche in estate?

risparmiare luce in estateChi pensa che in estate i consumi siano più bassi in realtà sta commettendo un errore. In linea di massima, i consumi possono essere tendenzialmente ridotti rispetto alle stagioni fredde per motivi abbastanza ovvi. Le giornate durano di più e in quasi tutto l’arco delle stesse c’è il sole, dunque non c’è motivo di stare con le luci accese in casa per molto tempo, dato che si può sfruttare la luce naturale.

Subentrano, però, altri fattori che pesano a fine mese sulla composizione della bolletta energetica. Tra questi c’è il sopracitato condizionatore o climatizzatore che consuma davvero tanta energia se non utilizzato nel modo corretto.

SCOPRI COME RISPARMIARE CON IL CONDIZIONATORE (leggi questo articolo, cliccando al seguente link)

Dunque il consiglio che vi diamo è quello di usufruire quanto più possibile della luce solare e della luce diurna, quanto meno, per illuminare la vostra abitazione. In questo modo potrete permettervi di utilizzare anche un climatizzatore per un periodo di tempo maggiore, a patto che rispetti le norme di utilizzo ottimale quali, ad esempio, giusta temperatura e infissi ben chiusi durante il periodo in cui è in funzione.

Quali elettrodomestici consumano più corrente?

Alla base della bolletta salata c’è sicuramente una scarsa attenzione agli sprechi e ai consumi stessi, ma c’è anche un problema legato al tipo di elettrodomestici presenti in casa, ma anche a quanti di essi sono in funzione nello stesso momento. Relativamente a ciò, ti ricordiamo che puoi sempre cambiare la potenza del tuo contatore nel caso ti rendessi conto di avere bisogno di più kW (questa la nostra guida per aumentare la potenza del contatore).

Partiamo dal presupposto, anticipato nel primo paragrafo, che ci sono anche elettrodomestici uguali (ad esempio una lavatrice) ma che in base alla propria classe energetica hanno consumi diametralmente opposti.

Restando in tema, una lavatrice con una classe energetica A++ consumerà sempre e comunque meno di una lavatrice che ha una classe energetica A o addirittura inferiore.

Altre valutazioni possono essere fatte, poi, in base al luogo della casa in cui viene installato un elettrodomestico.

Uno scaldabagno installato in una zona della casa molto fredda o con molto umido lavora di più e impiega più potenza, quindi energia, per funzionare. All’opposto un condizionatore o climatizzatore posto in un luogo molto caldo, lavora con maggiore fatica.

Ciò, oltre che sui consumi finali e sulle prestazioni, incide anche sullo stato di salute dell’elettrodomestico che vede così accorciarsi la vita se soggetto a sforzi continui.

Questi i 10 elettrodomestici che consumano più energia elettrica:

  • Condizionatore e/o climatizzatore
  • Lavatrice
  • Vasca da bagno idromassaggio
  • Ferro da stiro
  • Forno elettrico
  • Asciugacapelli
  • Stufa elettrica
  • Lavastoviglie
  • Aspirapolvere
  • Ventilatore

SAPEVI CHE: un ventilatore può arrivare a consumare più di un climatizzatore? Valuta bene se acquistare l’uno o l’altro perché potrai ritrovarti con delle spese in eccesso inutilmente, dato che il ventilatore non rinfresca la casa ma muove solo l’aria!

Come risparmiare luce ultima modifica: 2018-07-11T08:11:15+00:00 da Bolletta Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.