canone rai seconda casa non residente

Le informazioni principali sulle differenze tra canone Rai seconda casa non residente e canone Rai seconda casa residente le troverai in questo articolo. Inoltre ti forniremo anche informazioni sul canone rai seconda casa più in generale che potrai leggere qui.

Sommario:

Canone Rai prima e seconda casa: differenze

prima casa e seconda casaPrima di tutto diciamo che il canone Rai è un’imposta obbligatoria per tutti coloro in possesso di un apparecchio in grado di trasmettere le radioaudizioni televisive. Dal 2016, con la Legge di Stabilità, è obbligatorio pagare il canone Rai in bolletta luce. Con tale procedimento lo Stato italiano, al quale vanno gli incassi dell’imposta, intende limitare e annullare gli evasori. Devi sapere, però, che puoi anche non pagare il canone Rai in bolletta luce, ma devi essere comunque consapevole delle sanzioni alle quali si può in contro.

Passiamo ora alle differenze del canone Rai tra prima e seconda casa.

La differenza sostanziale del canone Rai prima e seconda casa è, tendenzialmente, su una si paga e sull’altra no.

Il canone si paga solo sulla prima casa. Non si paga sulla seconda. Non va dunque versato su tutti gli immobili di cui si trova a essere in possesso il cliente intestatario dell’utenza e della residenza della casa.

Il canone Rai viene addebitato sulla casa in cui il contribuente ha la residenza anagrafica. Se perciò si dovesse cambiare residenza è consigliabile, anzi più che opportuno, avvisare tempestivamente il proprio fornitore del cambio. In questo modo si evita di pagare due volte il canone Rai in bolletta luce.

Il canone televisivo vale per tutti i componenti i componenti del nucleo familiare.

Per quanto riguarda, invece, il discorso legato al canone Rai sulla seconda casa da non residente, troviamo delle differenze. In pratica, dipende dalla persona a cui è intestata la seconda casa.

Canone Rai seconda casa non residente

seconda casa non residenti canone tvIl canone Rai non si paga sulla seconda casa, questo è appurato e chiaro. Ma, meglio ribadirlo, non si paga solo se l’intestatario della casa è lo stesso della prima. Nel caso in cui, un marito e una moglie ad esempio, nonostante facciano parte dello stesso nucleo familiare, siano intestatari di due case diverse, allora il canone Rai deve essere pagato due volte. Il canone televisivo viene addebitato solo ed esclusivamente sulle utenze residenziali. Perciò passa, in tal caso, in secondo piano l’appartenenza allo stesso nucleo familiare.

Chi invece ha più di un’utenza intestata, ad esempio in diverse case, pagherà una sola volta il canone Rai.

Le tariffe di consumo di riferimento (ad esempio le tariffe elettriche D2 e D3) sono determinanti anche nell’addebito del canone.

Se ad esempio, si ha il domicilio e non la residenza in una casa in cui si vive, come può essere il caso di uno studente universitario, il canone non deve essere pagato.

Per riprendere l’esempio di uno studente fuori sede, esso fa già parte di un nucleo familiare (quello dei genitori) che paga regolarmente il canone dunque non è tenuto al pagamento del canone Rai. Canone televisivo che dovrà essere pagato dall’intestatario dell’utenza.

A chi bisogna rivolgersi per non pagare il canone Rai sulla seconda casa

a chi rivolgersi per non pagare canone raiPer non pagare il canone Rai sulla seconda casa bisogna rivolgersi all’Agenzia delle Entrate. Prima di farlo, però, è fondamentale che si sappia con assoluta certezza se si può essere esenti realmente dal pagare il canone televisivo. Questo per non incorrere nelle sanzioni previste dalla Legge per chi evade il canone Rai.

All’Agenzia puoi rivolgerti sia per richiedere di non pagare il canone sulla prima casa perché non hai una televisione e quindi non usufruisci effettivamente del servizio (in questo caso bisogna fare una auto-dichiarazione di non possesso del televisore), sia per eventuali errori su un doppio addebito del canone Rai. Ad esempio, viene addebitato due volte, sia su prima che su seconda casa nonostante entrambe abbiano lo stesso intestatario.

In questi casi è previsto un rimborso in caso sia già stato pagato per due volte.

Per il modulo basta andare semplicemente sul sito dell’Agenzia delle Entrate e compilare anche uno dei moduli di esempio. In tale sezione si possono trovare tutti i casi, starà a voi decidere qual è quello che fa al caso vostro.

Canone Rai seconda casa non residente: si paga? ultima modifica: 2018-04-25T09:00:25+00:00 da Bolletta Energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.